CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.02.2018

La Darsena incompiuta ha bisogno di un gestore

Avrebbe dovuto esserci una struttura polifunzionale con belvedere, servizi e parcheggi. Per quest’anno invece ci sarà solamente una unità mobile per la distribuzione di bevande e panini. Con la possibilità di godersi la brezza e il sole del lungolago che, almeno questi, non sono soggetti a contratti, sospensioni e disdette dei lavori. È la Darsena 2.0 di via Piangrande, a Pisogne. Una superficie di 12.200 metri quadri in punta al lago d’Iseo, sulla quale lo scorso anno l’Amministrazione comunale aveva previsto un importante intervento di riqualificazione. Operazione andata male, visto che il contratto di appalto datato settembre 2016 venne rescisso dopo pochi mesi. PER NON perdere la stagione estiva, a fine maggio si scelse la strada della sub concessione dell’area alla ditta «L’angolo dei sapori». Ora il problema è tornato di attualità e l’Amministrazione comunale di Pisogne ha deciso di proporre un’asta pubblica per affidare stagionalmente l’area demaniale della darsena. Una locazione in sub concessione che potrà partire dal 14 maggio e chiudere il 10 settembre, per una durata che può variare da un minimo di 90 a un massimo di 180 giorni. Le offerte devono arrivare in municipio entro le 12 del 22 marzo, con indicata l’offerta al rialzo rispetto al canone di base di 5.000 euro. La durata della concessione è di un paio d’anni, con la possibilità di proroga di uno, e il gestore è autorizzato a mettere in funzione una unità mobile per distribuire alimenti e bevande godendo di un plateatico di 180 metri quadri, noleggiare ombrelloni, sdraio e brandine. Insomma una sorta di Pisogne beach. Deve però impegnarsi alla cura del verde, alla manutenzione dell’area, al posizionamento di almeno tre servizi igienici chimici. Infine apertura della darsena garantita per almeno 15 ore giornaliere e ingresso gratuito per chiunque. •

D.BEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1