Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 25 settembre 2018

La materna si è rifatta il trucco Merito di volontari e genitori

I volontari al lavoro nel restauro della materna di PisogneL’ultima fase del restauro dei giochi esterni

C’è una vera sorpresa ad attendere al loro ormai vicino ritorno nelle aule i bambini che frequentano la scuola d’infanzia statale di Pisogne: le stanze e il loro giardino hanno decisamente cambiato volto. Merito di un gruppo di papà e di un pugno di volontari - appartenenti alla banda cittadina e all’asd Danz’Arte e aiutati dall’esperto tinteggiatore Alvaro Gallizioli - che su richiesta della dirigente scolastica Gemma Scolari si sono armati di pennelli e latte di vernice, e hanno dato una rinfrescata ai muri interni delle sezioni azzurra, gialla e verde. NON SOLO: anche i giochi e le strutture esterne hanno conosciuto un restauro grazie all’impegno del falegname Guido Merzi, completato poi con la ritinteggiatura con colori vivaci. Insomma, un lavoro che ha sottolineato ancora una volta l’importanza del volontariato, che a Pisogne non manca mai di farsi sentire. «Questa scuola aveva bisogno da tempo di un intervento strutturale importante - ricorda la dirigente -. Le insegnanti lavorano con sensibilità e passione, l’offerta formativa è sempre più ricca e innovativa, ma gli ambienti di apprendimento dovrebbero garantire ai bambini prima di tutto sicurezza, ma anche spazio e luminosità». «Quest’anno - continua - grazie all’attenzione di genitori e volontari potremo accogliere i bambini in spazi davvero rinnovati». «Non è stato facile - spiegano i volontari - perché la situazione in alcuni casi era difficile. Per i giochi esterni è stato necessario acquistare materiale, come assi e pali in legno, e rimettere in sesto alcuni particolari, come le scalette degli scivoli o la copertura del gazebo. Speriamo che il lavoro svolto sia utile ai bambini». •