Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
venerdì, 21 settembre 2018

La vacanza è on line C’è un nuovo portale con la firma Pro loco

I turisti innanzitutto. Da coccolare e guidare alla scoperta del patrimonio artistico e ambientale. È per loro che la Pro loco di Pisogne ha creato un nuovo portale di promozione. Uno strumento necessario per chi è alla ricerca di informazioni su ricettività alberghiera, offerta agrituristica o di b&b. Ma anche una brochure digitale che spazia tra storia, architettura, cultura e ambiente montano e lacustre. L’ATTIVITÀ della Pro loco in questa direzione diventa basilare, e accanto alle diverse iniziative promozionali (Festa del fungo e della castagna, Lungolagoloso, öf bocc e salam, mostra mercato e tanto altro) l’associazione guidata da Andrea Benaglio ha ritenuto necessario mettere a disposizione questo ulteriore strumento di approccio al territorio e al paese. Un servizio che va a vantaggio anche degli operatori che negli ultimi anni hanno deciso di investire nella ricettività. Con un certo successo, se dal 2016 a oggi i posti letto si sono raddoppiati raggiungendo quota 500 e le strutture ricettive sono salite a 43. Chi è alla ricerca di albergo, case vacanza, bed & breakfast e camping può ora accedere al portale www.inpisogne.com. «Un servizio gratuito che rappresenta una risposta al trend che stiamo vivendo - commenta il presidente Benaglio -, che vede in crescita la domanda di posti letto». «Una finestra mediatica per le nostre strutture ricettive - aggiungono il sindaco Diego Invernici e l’assessore alle Attività produttive Federica Bonetti - che dà concretezza alla promozione del territorio». DA PARTE LORO gli operatori interessati hanno stimolato l’amministrazione a pensare ad analisi sull’andamento del mercato e a valorizzare piste ciclabili e sentieri. Un altro passo in questa direzione avverrà a giorni, con la fornitura da parte di una società di una manciata di biciclette a disposizione per il noleggio: adesso si tratta solo di trovare l’operatore che ne curi l’utilizzo. •