CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.11.2017

Risorse su un binario morto
Il Comune cerca promotori

A prevalere è il prefisso «ex», testimone di un passato importante ma simbolo del decadimento attuale. Della difficoltà di trovare una nuova degna collocazione; una seconda vita per un patrimonio importante. Ex scuola elementare di Grignaghe, ex asilo ed ex Centro educazione ambientale di Fraine: eccoli i tre immobili per i quali il Comune di Pisogne ha deciso la strada del comodato d’uso gratuito o convenzionato, pur di vederli rinascere.

Per il Cea in particolare si tratta di una ricaduta nell’oblio dopo un primo periodo d’oro datato anni Novanta, al quale è seguita una fase di gestioni e fortune alterne. Per gli altri due immobili, invece, il piano delle alienazioni degli anni scorsi non ha portato i frutti sperati e ora si va alla ricerca di qualcuno che abbia voglia di tentare l’impresa dell’utilizzo turistico e a favore della comunità.

L’amministrazione comunale si rivolge ad associazioni, onlus, cooperative, imprese, persone fisiche con un progetto di riqualificazione per i tre edifici. Le manifestazioni d’interesse dovranno arrivare entro il 3 gennaio 2018 accompagnate da schede dettagliate dell’intervento. Le prestazioni richieste sono la manutenzione, la pulizia delle aree pertinenziali e l’apertura di spazi al pubblico.

L’ex elementare di Grignaghe conta 122 metri quadri e due piani, l’ex asilo di Fraine ha a disposizione tre piani di circa 70 metri l’uno, mentre il Centro educazione ambientale, sorto sulla vecchia elementare, offre una quarantina di posti letto, sala multifunzionale con laboratorio, mensa e spazi esterni. Col bando, insieme alla riqualificazione e all’offerta di servizi per i turisti la giunta Invernici intende far fronte anche al rischio degrado. «Queste strutture oggi rappresenterebbero solo un costo per l’ente pubblico tanto per ammodernarle come per gestirle - spiega il sindaco - noi offriamo ai privati la possibilità di predisporre un loro progetto di rilancio». D.BEN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1