CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.12.2017

Teatro, si apre il sipario sul grande sogno

Lavori in corso nel cantiere del teatro parrocchiale di Pisogne
Lavori in corso nel cantiere del teatro parrocchiale di Pisogne

Alessandro Romele C’è una importante novità sulla strada della rinascita del teatro parrocchiale di Pisogne: il progetto di ristrutturazione in atto è entrato nella speciale graduatoria ministeriale relativa al bando «Bellezza Italia»; una occasione che si è presentata due anni fa e che solo in questi giorni sta dando i primi frutti. Grazie all’inserimento, a Pisogne arriveranno (pare in una sola tranche) un milione e 140 mila euro che andranno a coprire buona parte delle spese da sostenere per la riqualificazione dello stabile, nel cuore del centro storico e a ridosso della chiesa parrocchiale. «È STATO un lavoro sinergico - commenta Marina Berlinghieri, una parlamentare pisognese del Pd sempre attenta ai problemi del suo territorio - ed è grazie alla collaborazione e all’interessamento dell’allora parroco don Ermanno Turla e al suo staff, che due anni fa abbiamo tentato questa via. La situazione economica, allora, non era rosea. I lavori erano partiti tra molte incertezze, e questo finanziamento statale è una boccata d’ossigeno, oltre che un investimento sul futuro culturale dell’intera comunità». Il teatro avrà 330 posti a sedere divisi tra galleria e platea, un’area riservata al foyer completamente vetrato, per favorire il deflusso degli spettatori e l’eventuale intervento dei soccorsi, servizi, spogliatoi e camerini: insomma, una struttura completa al servizio di una cittadina che vuole crescere anche dal punto di vista culturale. «L’Italia è il paese della bellezza - continua Berlinghieri - e sul tavolo della commissione valutatrice sono arrivati migliaia di progetti. Sul piatto c’erano 150 milioni, e il bando voleva finanziare le ristrutturazioni ed i recuperi dei luoghi di interesse artistico delle zone periferiche rispetto alle grandi città. Pisogne ce l’ha fatta». Don Turla, ideatore e promotore del recupero, ha subito postato la sua felicità: «Esultiamo - ha scritto sul suo profilo Facebook - Sono contento. Pisogne lo merita. Si tratta di un’opera che servirà tanto per il futuro umano e spirituale del paese». Don Lucio Cedri, nuovo parroco, aveva sottolineato solo alcuni giorni fa l’importanza dell’aiuto di tutta la comunità per procedere col progetto, mentre Lorenzo Canobbio, direttore dei lavori, ora dice che «realisticamente le opere potrebbero terminare entro l’autunno prossimo. Fino a oggi si era proceduto a piccoli passi, ma questo finanziamento è una vera spallata per accelerare». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1