Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
domenica, 17 dicembre 2017

Telefonia, i tunnel muti
finiranno in archivio

La sicurezza e la possibilità di lanciare un allarme telefonico anche in mezzo a una galleria sono essenziali, ed è per questo che si sta per mettere mano ai tunnel stradali della provinciale 510, la Sebina orientale, installando un sistema di telecomunicazioni efficace.

Succederà nelle prossime ore sulla base di un accordo tra Telecom e la Provincia, o meglio col settore Strade affidato al consigliere delegato Antonio Bazzani. Al centro dell’attenzione i due tunnel che collegano le frazioni pisognesi di Toline a Sud e Gratacasolo a Nord: da lunedì, nelle ore notturne le due opere verranno totalmente chiuse al traffico per permettere agli operai dell’impresa incaricata dal gestore telefonico di lavorare in tranquillità e sicurezza.

Una ordinanza del Broletto determina che dal chilometro 34 + 930 (l’ingresso di Toline) al chilometro 39 + 655 (l’uscita di Pisogne Nord) la carreggiata resti bloccata dalle 22 alle 6 del mattino tutti i giorni, esclusi festivi e prefestivi, fino al 26 settembre. Il traffico verrà deviato verso l’unico percorso alternativo esistente, ovvero quello che porta al centro di Pisogne e che, da Sud, passa su via Papa Paolo VI, si collega al via Roma, porta a via Palini e continua su via Trento fino alla località San Gerolamo, dove si trova la rotatoria di ingresso alla provinciale.

«Stiamo lavorando per garantire le comunicazioni nelle gallerie bresciane - ricorda Antonio Bazzani - con l’obiettivo di permettere agli automobilisti di poter utilizzare i cellulari in modo ovviamente corretto superando la tipologia costruttiva obsoleta dei tunnel».AL.ROM.