CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.01.2018

Discese e planate sul
Tonale. Il «paraski»
regala spettacolo

La pista «Cinque dossi» del Tonale. FOTO ALEX VECLANI Un frame di una prova di paraski  che animerà la Valcamonica
La pista «Cinque dossi» del Tonale. FOTO ALEX VECLANI Un frame di una prova di paraski che animerà la Valcamonica

Lino Febbrari Due manche di slalom gigante e alcuni lanci di precisione con il paracadute. Ci sono tre giornate di sci e acrobazie aeree, da venerdì a domenica, fissate nella cornice del passo del Tonale: serviranno a designare i vincitori della tappa italiana di Coppa del Mondo di «paraski»; la disciplina sportiva che, appunto, fonde lo sci ai lanci (frenati) nel vuoto. Lo spettacolo non mancherà, offerto da un «appuntamento che fa parte del circuito mondiale ospitato da varie nazioni. Per la prima volta anche l’Italia, grazie al nostro comprensorio sciistico, ospiterà una cinquantina di atleti provenienti da undici Paesi» afferma soddisfatto Stefano Ruaro, maestro di sci della Pontedilegno ski School, ex primo maresciallo degli alpini, medaglia d’oro quale vittima del terrorismo e medaglia di bronzo al valor militare ottenuta in seguito ai tragici avvenimenti che il 2 luglio del 1993 lo videro protagonista (rimase seriamente ferito) al tristemente noto «check point pasta» di Mogadiscio. LE DUE PROVE di slalom si svolgeranno sulla pista «Cinque dossi» (nella zona della seggiovia Vittoria) mentre gli spettacolari lanci verranno effettuati dall’elicottero di Elimast da una quota di 900 metri; il bersaglio (un tappetino largo 25 centimetri) sarà posto all’altezza del sacrario militare, a pochi passi dalla statale. «Complessivamente i lanci saranno un centinaio - chiarisce Ruaro - e speriamo ci siano tanti spettatori perché le evoluzioni dei paracadutisti saranno davvero spettacolari». La manifestazione è supportata economicamente tra l’altro dal consorzio Pontedilegno Tonale e si avvale della collaborazione dei maestri della Pontedilegno ski School. «Siamo orgogliosi di poter cooperare a questo prestigioso evento - commenta il direttore Mauro Lazzarini -. Già in passato abbiamo sostenuto il campionato della sezione di Valcamonica dell’Associazione paracadutisti d’Italia, e nel prossimo fine settimana da noi ci saranno i migliori specialisti a livello mondiale di questa disciplina; compresi alcuni nostri connazionali. Le due manche di gigante non presenteranno difficoltà insormontabili, mentre sono certo che, complice le correnti d’aria in quota, i lanci ci riserveranno momenti straordinari per la professionalità degli atleti». Domani è previsto l’arrivo delle prime squadre; giovedì i partecipanti prenderanno confidenza con la neve dei Cinque dossi; venerdì l’inizio delle sfide sia sugli sci che col paracadute. Sabato e domenica gli ultimi lanci serviranno per stilare le classifiche di questo evento sportivo insolito che sicuramente contribuirà a diffondere il nome del comprensorio dell’alta valle in mezzo mondo. •

Lino Febbrari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1