CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.02.2018

Torna la staffetta sugli sci più pazza del mondo

Foto di gruppo per i partecipanti alla scorsa edizione del «Santa Apollonia»:  da qualche anno gli organizzatori hanno introdotto il quasi obbligo di indossare costumi d’epocaAlcuni bambini alla partenzaUna coppia di atleti in posa nella piana della Valle delle Messi
Foto di gruppo per i partecipanti alla scorsa edizione del «Santa Apollonia»: da qualche anno gli organizzatori hanno introdotto il quasi obbligo di indossare costumi d’epocaAlcuni bambini alla partenzaUna coppia di atleti in posa nella piana della Valle delle Messi

Lino Febbrari Da più di quarant’anni (domenica 11 febbraio il calendario prevede la 42esima edizione) rappresenta sicuramente l’evento «sportivo» più stravagante dell’intero arco alpino. Una staffetta con gli sci stretti che da sempre assegna la vittoria alla squadra più fortunata (lo vedremo poi) e non a quella che impiega meno tempo per percorre l’anello di due chilometri all’interno della Valle delle Messi. Da qualche anno inoltre al regolamento è stata aggiunta una postilla: gli organizzatori (il Cai di Pezzo-Ponte di Legno) gradiscono che i partecipanti prendano il via inforcando sci d’epoca e indossando abbigliamento d’antan. Si tratta del Trofeo Santa Apollonia che da metà anni settanta si disputa nell’omonima località ai piedi del Gavia. Tra le stranezze di questa competizione, che immancabilmente finisce con un’abbondante pranzo, c’è anche quella che la somma dell’età dei tre atleti iscritti da ogni squadra come minimo debba essere pari a 100 anni; per la categoria giovanile le squadre potranno essere formate da elementi nati dopo il 2004. Ma vediamo come si stila la classifica. Prima della partenza la giuria definisce a casaccio tre tempi che vengono inseriti in una busta. Quando l’ultimo concorrente ha tagliato il traguardo il plico viene aperto, si effettua un sorteggio e i cronometristi assegneranno la vittoria alla squadra che più si è avvicinata al tempo scelto a sorte. Il programma? Dalle 8.30 iscrizioni in loco (30 euro le squadre degli adulti e 15 quelle dei ragazzi) con la possibilità di noleggiare l’attrezzatura a 5 euro. Il via sarà dato alle 10 e le premiazioni si terranno a mezzogiorno; sono previsti riconoscimenti anche ai migliori costumi femminili e maschili. Il momento conviviale (23 euro la quota richiesta) è fissato alle 13 al centro sociale di Pezzo. A tutti i fondisti verrà consegnato un gadget. Maggiori informazioni sul sito www.caipezzopontedilegno.it, inviando una mail all’indirizzo info@caipezzopontedilegno.it oppure al 336 1819296. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lino Febbrari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1