Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 15 dicembre 2018
Assicurazione scaduta: pizzicati e multati in 23 | Valsabbia

Assicurazione scaduta: pizzicati e multati in 23

Sedici comuni da controllare, centinaia di veicoli passati al setaccio alla ricerca di assicurazioni scadute o totalmente assenti e un impegno costante da parte della Polizia locale della Valsabbia. «Su 3.000 veicoli controllati ogni giorno per 50 giorni, un totale di 150.000 - spiega Fabio Vallini, comandante dell’Aggregazione - ne sono stati trovati 23 privi di assicurazione, in qualche caso anche da un anno, immediatamente fermati e sequestrati: si va dal libero professionista che si è dimenticato, a chi addebita l’errore alla banca, che non ha effettuato il bonifico richiesto, oppure alla compagnia assicurativa. Ma c’è anche chi transita dalla Valsabbia senza assicurazione partendo da Milano e diretto a Campiglio per le vacanze». Per tutti loro una sanzione da oltre 800 euro, e il dissequestro del veicolo solo dopo aver riattivato la polizza. «Tra chi è stato sanzionato, tra stranieri e italiani, c’è un rapporto di 1 a 10, mentre maschi e femmine sono in egual misura. E per il tipo di mezzi, si va dall’auto quasi da rottamare all’auto nuova di zecca, da valsabbini a gente di passaggio, tutti però accomunati dal fatto di aver infranto la legge». È GRAZIE ai nuovi sistemi di lettura delle targhe se i gli agenti della Polizia locale sono riusciti a bloccare in tempo reale chi era privo dell’assicurazione, ovviando così a una problematica importante per la sicurezza sulle strade. Infine, a Roè Volciano è stata ritrovata un’auto rubata giorni fa nel Bergamasco, una Micra. «C’era regolare denuncia. I proprietari, rintracciati al telefono, sono venuti a riprendersela. Ora sono in corso le indagini per risalire eventualmente ai ladri». •