CHIUDI
CHIUDI

13.03.2019

Bilancio, semaforo verde con sforbiciata alle tasse

Semaforo verde a Nuvolento al bilancio preventivo triennale, strumento finanziario che, come tiene a sottolineare il sindaco Giovanni Santini, «è motivo di grande soddisfazione per l’amministrazione comunale». «ABBIAMO mantenuto gli impegni presi a inizio mandato - spiega - In un quinquennio abbiamo sensibilmente abbassato le tasse mantenendo e in alcuni casi aumentando la quantità di servizi». A calare è stata l’addizionale comunale Irpef, passata da un’aliquota dello 0,8% nel 2015, allo 0,55% del 2018, con una previsione per l’anno in corso di un ulteriore calo allo 0,50% e una riduzione allo 0,40% nel 2021. Invariate le altre tariffe: l’Imu assestata allo 0,4 per mille per le prime case di pregio, 0,76 per i terreni agricoli e 0,8 per gli altri immobili e le aree edificabili; la Tasi, fissata allo 0,20 per mille per le prime case di lusso, 0,1 per i fabbricati agricoli e 0,17 per i restanti fabbricati e per tutte le aree edificabili. Invariata anche la tariffa rifiuti, per effetto degli incoraggianti risultati della raccolta differenziata, giunta al 79% (dato accertato a consuntivo 2017). «Le economie derivate dalla differenziata - precisa il primo cittadino - hanno evidenziato in soli cinque anni un risparmio di 46 mila euro, pari al 9% in meno, essendo la spesa per la raccolta rifiuti diminuita da 495.000 euro nel 2014 ai 449.000 di quest’anno. Per ciò che riguarda invece gli altri tributi e, in special modo la Tasi, le maggiori economie sono state causate dalla gestione associata dei servizi con Mazzano e Nuvolera». Il capitolo opere pubbliche ha beneficiato all’ultimo momento di un contributo di 50.000 euro erogato dal Ministero degli Interni per la messa in sicurezza di edifici e infrastrutture pubblici. «Rischiavamo di perdere i contributi - fa sapere Santini - ma grazie a un emendamento al bilancio siamo riusciti ad avviare la procedura per ovviare al problema dell’incrocio tra le vie Cavour e XX Settembre. I lavori partiranno in entro la fine di aprile». •

C.CA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1