CHIUDI
CHIUDI

09.02.2019

Comunicazione digitale: il paese a portata di app

Il municipio di Nuvolera
Il municipio di Nuvolera

I cittadini di Nuvolera hanno a disposizione un nuovo strumento per ricevere e inviare segnalazioni dal e al Comune: la nuova applicazione «Municipium» è stata infatti adottata dall’ente locale dopo una prima fase di sperimentazione durata sei mesi, da giugno a dicembre dell’anno scorso. «Si tratta di uno sportello virtuale aperto 24 ore al giorno e 365 giorni l’anno - fanno sapere dal Comune - dove gli utenti degli svariati servizi che sono offerti alla cittadinanza potranno, in tempo reale, segnalare anomalie, guasti, esposti o lamentele riguardanti ogni aspetto, dalla buca al lampione che non funziona, dal rumore molesto alla proposta di intervento sui rifiuti e la loro raccolta o abbandono». UNO STRUMENTO utile, proprio in virtù della sua flessibilità spazio-temporale. «Durante la fase sperimentale - spiegano i responsabili del servizio - abbiamo riscontrato un vivo interesse da parte dei cittadini e perciò abbiamo deciso, con il mese di gennaio, di proporlo in pianta stabile; i risultati ci hanno dato ragione, dato che dall’inizio del 2019 sono già centinaia le richieste pervenute agli uffici comunali». Ma vediamo nel dettaglio come funziona la piattaforma digitale: una volta installato sul proprio computer, tablet o smartphone, il sistema consente ai cittadini di interagire con i vari servizi inviando segnalazioni e proposte, segnalazioni che è possibile geo-localizzare e corredare da foto; a sua volta il Comune può inviare scadenze, promemoria e avvisi ai propri cittadini. In futuro Nuvolera si propone di ampliare la gamma di potenziali usi della piattaforma per esempio comunicando eventi, diramando allarmi per calamità naturali o emergenze connesse con gli ambiti della Protezione civile o per pagare le multe con un semplice clic. Non solo: sarà anche possibile indire sondaggi, consultare mappe interattive, diramare informazioni utili e consultare il calendario della raccolta differenziata porta a porta. Insomma, un meccanismo dalle potenzialità enormi che ora muove i primi passi nel piccolo Comune del bacino marmifero. © RIPRODUZIONE RISERVATA

C.CA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1