CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.12.2017

Centri commerciali, l’invasione continua

Il supermercato Bennet che si trova all’interno del centro commerciale «La porta del Garda»
Il supermercato Bennet che si trova all’interno del centro commerciale «La porta del Garda»

Alessandro Gatta Commercio e servizi, a Gavardo un finale di stagione col botto: con il nuovo anno il paese si prepara ad accogliere una piccola rivoluzione urbanistica in senso prevalentemente commerciale, con tre interventi che in tempi e modalità diversi andranno a incidere sul territorio. Non solo dal punto di vista edilizi, ma anche da quello sociale (la previsione è di decine di nuovi posti, oltre a un’impennata dell’offerta). Due di questi sono in dirittura d’arrivo: il più atteso è sicuramente il recupero dell’ex lanificio di Bostone (l’ex Grignasco), al confine con Villanuova (dove verte la quasi totalità dell’intervento) e che prevede nella sua prima fase (circa 6000 metri quadri su un totale di oltre 22mila) la realizzazione di un supermercato alimentare, di un’attività commerciale specializzata in bricolage e articoli per la casa, circa 2000 metri quadrati di uffici, altri 910 di negozi di vicinato (con una decina di produttori del mercato contadino). Proprio ieri sera la sferzata decisiva, con il via libera alla sdemanializzazione dell’area della pista ciclo-pedonale con nuovo tracciato in seno al Piano Attuativo, diviso a metà con Villanuova: nell’ambito del Piano i privati investiranno quasi 1 milione di euro di opere di urbanizzazione, con 8000 metri quadrati di parcheggi e circa 2000 di verde. Senza intoppi, i lavori potrebbero cominciare già a gennaio e concludersi per la fine dell’anno: con calma si ragionerà anche alla seconda fase, 14mila metri in ambito artigianale e produttivo. Lavori al via forse a gennaio anche per il Piano attuativo Primavera, in località Carrozzone lungo la Sp116: il progetto prevede la realizzazione di un piccolo centro commerciale, con supermercato e negozi al piano terra, un ristorante al primo . La superficie netta del lotto è di oltre 6600 metri: tra le opere di urbanizzazione previsti anche 2000 metri quadrati di parcheggi a uso pubblico. VENDUTO infine 1,142 milioni il terreno di proprietà comunale di via Franchi, area da 11mila metri con una potenzialità edificatoria di 2500 metri di superficie lorda. Qua i tempi sono più incerti: la società Isotta srl (che si è aggiudicata il lotto in asta pubblica) ha tempo sei mesi per verificare la fattibilità del progetto, prima della firma del contratto preliminare. Presto per dire cosa succederà, ma il destino dell’area (tra l’altro proprio di fianco al centro commerciale La Porta del Garda) ormai è scritto: la zona è classificata tra gli «ambiti commerciali e terziari consolidati», fa parte di un lotto più ampio da oltre 17mila metri di cui 11mila saranno oggetto di Piano attuativo, gli altri rimarranno di proprietà del Comune. A Gavardo si contano due centri commerciali (La Porta del Garda con il Bennet e il Cristallo con il Family) e altri tre supermercati: il Simply di via Rivetta, il Di Più di via Quarena e il Lidl di via Avanzi (ampliatosi di recente di altri 480 metri quadri). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1