CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.10.2017

Edilizia, per il Pgt è tempo di tagliando

Gavardo cambia e per il Pgt è il momento di aggiornarsi
Gavardo cambia e per il Pgt è il momento di aggiornarsi

Porte aperte, anzi «socchiuse» per una possibile variante al Pgt: «Sono passati tre anni da quando l’abbiamo approvato - spiega il vicesindaco di Gavardo Sergio Bertoloni - e prima della fine del nostro mandato eventualmente potremmo pensare di ritoccarlo. Ma attenzione: niente opere faraoniche, semplicemente vorremmo raccogliere richieste e suggerimenti dei cittadini». E qualcuno la sua richiesta l’avrebbe già fatta: l’invito è allora rivolto a chi ha in mente qualche altro (piccolo) intervento. «In questi tre anni abbiamo già ricevuto numerose richieste, sia chiaro non di cose grandiose - continua Bertoloni - Niente di esagerato, ripeto, magari un cittadino che dice io ho bisogno di questa area, oppure proposte datate e che col tempo sono state tralasciate, e a un certo punto però i proponenti sono tornati a chiedercele. Per questo vorremmo mettere mano al Pgt, per raccogliere e valutare tutte le richieste. Così se oltre a quelle che già ci sono arrivate, se nel frattempo ce ne saranno altre allora le valuteremo». Variante in arrivo, ma solo per piccole modifiche da parte di privati cittadini.

«OVVIAMENTE ogni proposta verrà valutata, controlliamo se è compatibile con il Piano e verifichiamo la congruità della richiesta. Così come abbiamo sempre fatto in urbanistica». Al momento non ci sono termini precisi: la prassi prevede una prima proposta di variante, il recepimento e la controdeduzione delle osservazioni, l’adozione e infine il via libera in consiglio.

Il Pgt si compone di tre atti distinti: il documento di piano (il quadro generale della programmazione urbanistica), il piano dei servizi (che definisce le strutture pubbliche o di interesse pubblico di cui il Comune ha bisogno) e il piano delle regola (la destinazione delle varie aree del territorio). Sempre in ambito urbanistico, è stato pubblicato il bando di gara per la vendita del terreno di via Franchi, un’area edificabile di 11mila metri quadrati in un lotto più ampio (da oltre 17mila, quello che manca rimarrà del Comune). Base d’asta 1,125 milioni. Termine ultimo il 30 novembre.A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1