Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 11 dicembre 2017

Elisabetta e Paolo, da Gavardo
alla «bibbia» dell’architettura

Uno dei progetti curati dallo studio Bp Laboratorio di ArchitetturaIl design e l’arredamento sono parte integrante dei progetti curatiGli architetti Elisabetta Piotti e Paolo Bussi di Gavardo (BATCH)

Due giovani architetti di Gavardo nell’olimpo dell’architettura italiana: Paolo Bussi ed Elisabetta Piotti (classe ’82 e ’83) sono stati inseriti nel cofanetto «Facciamo Casa» di Mondadori, una sorta di guida in stile «Gambero Rosso» ma dedicato appunto alla casa, al design e all’arredamento.

Decisamente sotto i riflettori: il cofanetto è disponibile in tutti i punti vendita «reali» (8 megastore e 20 bookstore di proprietà, 600 bookstore e Mondadori Point affiliari, 50 negozi Mondolibri, 150 punti vendita della grande distribuzione), ma pure sul portale di Mondadori (da 50mila visite giornaliere) e via newsletter ai titolari della carta fedeltà (in tutto oltre 1 milione e 200mila iscritti). Una bella soddisfazione: Bussi e Piotti lavorano insieme nello studio Bp Laboratorio di Architettura di Gavardo, dove B sta per Bussi e P per Piotti. Uniti nel lavoro, e nella vita: sono felicemente sposati da un paio d’anni.

Tra i loro progetti più significativi la ristrutturazione di un ex fienile sul lago di Garda, trasformato in una casa avveniristica ad altissimo tasso di design, l’ampliamento e la ristrutturazione degli uffici della Witor’s Spa di Cremona (di cui hanno realizzato anche lo store di Rodengo Saiano), il progetto di una villa moderna a Brescia chiamato «L’essenziale è luce», la completa ristrutturazione di un palazzo a Cremona.

Attualmente stanno seguendo la realizzazione di una villa con piscina a Manerba, uffici dirigenziali a Gorizia e la ristrutturazione di un attico a Napoli. Pillole di carriera: Bussi si è diplomato al liceo Fermi di Salò e poi laureato al Politecnico di Milano. Appassionato sommelier, è un grande estimatore d’arte: da tempo scrive per la rivista «aCasaMood». Anche Piotti si è laureata al Politecnico milanese, e si è diplomata al liceo Foppa di Brescia: da qui il suo approccio estetico e raffinato.

NEL COFANETTO targato Mondadori è possibile contattarli come architetti a domicilio: pronti a sviluppare un progetto di un ambiente della casa, con suggerimenti e consigli.

Sono due i «must» del loro Bp Lab: il progetto d’architettura nelle sue diverse scale e l’esecuzione delle opere a regola d’arte. «Un approccio che impone la conoscenza trasversale delle più avanzate tendenze dell’architettura e del design - spiegano - e più in generale dell’arte, e delle innovazioni tecniche e tecnologiche». Non si finisce mai di studiare, e di imparare.