CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.12.2017

Gavardo si trasforma nel borgo dei presepi

Il presepe del borgo del «Quadrel» che l’anno scorso era dedicato a Norcia:  viene allestito da 26 anniL’arrivo dei Magi nel presepe vivente del MulinoGiuseppe e Maria nella capanna la notte di Natale
Il presepe del borgo del «Quadrel» che l’anno scorso era dedicato a Norcia: viene allestito da 26 anniL’arrivo dei Magi nel presepe vivente del MulinoGiuseppe e Maria nella capanna la notte di Natale

Alessandro Gatta La consapevolezza in questo caso ne è la forza: «Il nostro bel Gavardo può a pieno titolo definirsi il paese dei presepi». Così si legge (e a ragione) nella brochure che li presenta uno per uno: quest’anno sono addirittura otto, perché oltre ai sette già inseriti nel circuito (tutti nel capoluogo) sarà aperto al pubblico anche il presepe della chiesa di San Lorenzo a Sopraponte. ALCUNI DI QUESTI sono dei veri pezzi di storia gavardesi: il più longevo è del Borgo del Quadrel, allestito da 26 anni nell’omonima piazzetta in via Fornaci. Lo scorso anno i volontari hanno ricostruito (in scala) la piazza di Norcia distrutta dal terremoto, per l’edizione che verrà, spiegano, «torneremo alle nostre origini e cercheremo di stupire noi stessi: il progetto prevede la ricostruzione di una parte storica e importante della nostra comunità, che spazia dal monastero delle suore Orsoline, con annessa la chiesa di Santa Maria, ad altre interessanti vedute del centro storico». Il presepe sarà inaugurato il 24 dicembre, visitabile fino al 14 gennaio. Non meno importante il presepio vivente organizzato da 15 anni dagli Amici del Mulino proprio al vecchio mulino: un lavoro certosino di ricostruzione storica, che propone un viaggio a ritroso tra le arti e i mestieri della tradizione contadina. Per l’edizione in arrivo, visto il cantiere della nuova centralina, l’allestimento subirà alcune variazioni nella disposizione esterna degli animali da cortile e del gregge, mentre la capanna verrà leggermente ravvicinata. Attori e figuranti saranno in loco nei giorni di festa: Natale, Santo Stefano, Capodanno, Epifania e il 7 gennaio. Edizione numero 19 anche per il presepe meccanico di Santa Maria degli Angeli, aperto dalla vigilia fino al 7 gennaio e a Natale anche dopo la mezzanotte. Ispirato al paesaggio di Presegno, frazione di Lavenone, il presepe riproduce le atmosfere autunnali della montagna bresciana. Gli altri presepi saranno allestiti in Piazza Zanardelli (vicino alla trattoria), in Piazza De’ Medici (sotto le sughere), nella Casa San Giuseppe delle Umili Serve del Signore, all’oratorio San Filippo Neri, inaugurato alla vigilia dopo la preghiera dei ragazzi. Cori, zampognari e pastorelli si alterneranno nei vari allestimenti per tutto il periodo natalizio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1