CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.11.2018

Mobilità e solidarietà: un nuovo mezzo per i volontari

La consegna del nuovo mezzo al gruppo di volontari di Gavardo
La consegna del nuovo mezzo al gruppo di volontari di Gavardo

Ogni anno percorrono quasi 50mila chilometri, per consegnare i pasti a domicilio, i medicinali, per trasportare anziani e disabili: ora potranno farne anche qualcuno di più. È stato ufficialmente consegnato, nella sede di via Mangano, il nuovo mezzo a servizio dell’Associazione volontari gavardesi, un Fiat Doblò attrezzato ad hoc e messo a disposizione grazie ai fondi raccolti dal Progetto Mobilità Garantita, società che appunto si occupa di convogliare le donazioni di imprenditori e aziende per l’acquisto di mezzi e supporti per le associazioni di volontariato. Una giornata di festa: brindisi e nastrini, la benedizione del parroco don Italo Gorni, quella istituzionale del comandante della Locale Luca Quinzani. «Grazie a tutti gli sponsor, in tutto una trentina di aziende - ha detto il presidente Ernani Cortini - e un grazie all’ex presidente Battista Grumi, a tutti quelli che ci hanno dato una mano, a tutti quelli che hanno capito che il volontariato è come una medicina». E che fa bene davvero: i volontari (attivi dal 2005) si occupano del trasporto anziani per visite mediche o ambulatoriali, di accompagnare i disabili, della consegna di ricette o medicinali grazie a una convenzione con il centro medico di Bostone e le farmacie della zona. Numeri davvero importanti: sono ben 106 i volontari attivi, che mettono in campo più di 11mila ore di lavoro all’anno: 48.721 chilometri a bordo dei cinque mezzi operativi (ora sono sei). Di questi, quasi 39mila chilometri l’anno sono per il trasporto delle persone, in tutto sono 198 quelle che usufruiscono del servizio, con 1.249 viaggi e 2.764 uscite totali. «Questo è il lavoro che facciamo - ha aggiunto Pietro Geroni, responsabile Area nord del Progetto di mobilità garantita – mettere le persone in condizione di vivere al meglio la loro esistenza». •

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1