Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
sabato, 21 ottobre 2017

Sul caso Masi
e l’indennizzo
le precisazioni
del municipio

Il Comune di Gavardo ha già indennizzato (il 31 agosto) l’ex comandante della Polizia Locale Enrico Masi per poco più di 29mila euro, senza alcuna rettifica alla variazione di bilancio «precedentemente adottata in via d’urgenza» ma rettificando «la sola imputazione della spesa ai capitoli di bilancio». In ogni caso il Comune ha deciso di opporsi alla richiesta di risarcimento dell’ex comandante con un ricorso, presentato il dicembre scorso e attualmente pendente presso il Tribunale del Lavoro, senza dunque escludere la possibilità che il Tribunale «possa accogliere lo stesso annullando il decreto ingiuntivo».

Questo quanto spiegato dal vicesindaco Sergio Bertoloni in risposta all’articolo pubblicato da Bresciaoggi il 13 settembre. «Mi è parso doveroso precisare quanto sopra - scrive - per non dare adito a errate interpretazioni». Masi era dipendente della Polizia Locale gavardese, comandante nel 2010 e poi ufficiale fino a fine 2013. Oggi è in servizio a Castenedolo, come comandante. La richiesta di Masi è solo pecuniaria, la fase conclusiva della disputa a seguito della sua sostituzione (nel ruolo di comandante) con Roberto Cittadini.