CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.11.2017

Scuole, il Perlasca merita
un diploma di eccellenza

L’unione fa la forza, e sommando i contenuti delle due sedi di Idro e Vobarno, l’Istituto di istruzione superiore «Giacomo Parlasca» ha incassato il primato tra le scuole bresciane sia relativamente all’indice di occupazione di chi si è diplomato (al primo posto c’è Idro, con l’ex Ragioneria, per gli istituti tecnici economici con 82 punti, +10 sul Meneghini di Edolo e +16 sull’Abba-Ballini di Brescia, e al secondo con l’Itis di Vobarno grazie a 75 punti, 3 in meno del Castelli cittadino e 2 di più del valtrumplino Carlo Beretta), sia per quello relativo alla «Coerenza fra studi fatti e lavoro trovato».

In questo caso Vobarno si è aggiudicato il primo posto tra le tecniche tecnologiche distanziando il Primo Levi di Sarezzo e il Luigi Cerebotani di Lonato, mentre Idro ha conquistato (tra le tecniche economiche) un dignitoso quinto posto.

Questi risultati escono dalle verifiche fatte tra oltre un milione di studenti diplomati ospitati fino a 2 anni fa in 6.000 diverse scuole italiane. Un’analisi che la Fondazione Giovanni Agnelli sta ripetendo da alcuni anni e che viene attesa anche con un poco di «ansia» dai dirigenti. Infatti, a breve quasi tutte le agenzie formative proporranno degli open day per promuoversi ai possibili nuovi iscritti; poi ci saranno le preiscrizioni che sanciranno il calo, la tenuta o la crescita di ogni realtà.

Il rapporto che deriva dall’analisi dei ricercatori della Fondazione, un corposo studio intitolato «Eduscopio», verifica a che punto sono arrivati oggi i giovani che si sono diplomati 2 anni fa. Per consultare i risultati basta entrare nel sito www.eduscopio.it e porre le domande che più interessano.

Intanto, di certo l’ultima verifica sottolinea nuovamente che le scuole di periferia come l’Iis «Perlasca», il collaudatissimo istituto superiore della Valsabbia che complessivamente ospita oltre 1.200 studenti, si possono definire tali solamente dal punto di vista geografico. M.PAS.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1