Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 24 settembre 2018

Per il parco Isola Bella è tempo di rinascere

I cantieri all’interno dell’area verde: il traguardo dei lavori è fissato per la fine del mese di settembre

Un’«Isola Bella» sempre più bella. Il parco fluviale di Vobarno, che si affaccia sulle rive del Chiese e che a lungo è stato abbandonato e dimenticato, sta rinascendo. Merito di un intervento di riqualificazione (in corso) che sta restituendo alla zona dignità e decoro, dall’alto di un progetto che prevede la realizzazione di un anfiteatro all’aperto, nuovi parcheggi, nuovi percorsi e, novità assoluta, uno skate park. L’OBIETTIVO? Fare in modo che il parco torni a essere un luogo di incontro e di aggregazione per gli abitanti di Vobarno, dopo un periodo complicato dal punto di vista del degrado. Non a caso qualche anno fa la collinetta che ospitava il monumento agli alpini era rimasta orfana del cippo, visto che le penne nere avevano deciso di spostare il loro monumento dall’area in triste abbandono allo spazio che sta all’interno della loro sede, nei pressi della casa di riposo. Tempi che sembrano lontani (per fortuna). Il presente dell’«Isola Bella», che si trova in una zona centrale e nevralgica del capoluogo (in via Cesare Battisti, vicino al nucleo storico dell’abitato e al ponte pedonale che attraversa il fiume Chiese) parla di un impegno concreto per il suo recupero e della volontà precisa di farne un fiore all’occhiello del tessuto urbano. IL PROGETTO, che al Comune costerà 250.000 euro (in parte derivanti dai oneri di compensazione a carico di privati e per il resto dall’utilizzo di fondi propri), prevede che la piazza centrale in calcestruzzo già esistente venga trasformata in un teatro all’aperto e in una sorta di belvedere sul fiume che passa qualche metro più in basso; poco distante la zona che sarà destinata agli appassionati dello skateboard. Saranno anche realizzati nuovi percorsi, rifatte le pavimentazioni e rinfoltito il verde per migliorare la fruibilità dell’area, inutilizzata da tempo perché molto degradata. E dalla quota strada ci si potrà collegare alla più bassa quota fiume con una serie di scale, rampe e gradinate. Il tutto sulla base di un progetto che pone la massima attenzione sia all’accessibilità che alla sicurezza e alla sostenibilità economica dell’operazione di recupero. La nuova area quindi, una volta tornata vivibile, diventerà uno spazio privilegiato per famiglie e bambini, una zona frequentata dagli adolescenti e dai giovani, con un’ampia area riservata ai parcheggi che ospiterà rappresentazioni teatrali, concerti e cinema all’aperto, adatta al jogging, alle passeggiate e al relax. I lavori, suddivisi in due lotti, sono davvero vicini al traguardo, tanto che la cerimonia di inaugurazione è prevista per fine settembre. • © RIPRODUZIONE RISERVATA