CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.03.2017

Rifiuti, boom differenziata
E stop al consumo di suolo

Girata la boa di metà mandato è tempo di bilanci per l’Amministrazione comunale di Nuvolera. A parlare è anzitutto il sindaco Andrea Agnelli, il quale pone subito l’attenzione sul tema cave: «Nuvolera è il Comune con il maggior numero di cave in Italia, ben 45, ma la crisi del settore edilizio e la concorrenza talora sleale dei produttori stranieri si è fatta sentire anche qui. Tuttavia - sottolinea con orgoglio il primo cittadino - siamo riusciti a tenere le posizioni quanto a oneri e tariffe estrattive, attestate a oltre mezzo milione di euro, anche per effetto del recupero delle quote non versate». Si lega alle tariffe, in special modo a quella dei rifiuti, il capitolo della raccolta differenziata, su cui la lista di Progetto Nuvolera ha puntato molto in campagna elettorale.

Da ottobre 2015 il servizio è stato affidato alla cooperativa Cauto e all’Aprica e i risultati parlano di una percentuale passata dal 38% al 70. «Il porta a porta funziona - dice il sindaco - tant’è che a bilancio abbiamo potuto diminuire la tariffa portandola all’8%, così come l’addizionale Irpef comunale, ridotta dallo 0,8 allo 0,75%. D’altro canto la nostra linea è basata sui piccoli passi fatti con criterio e prudenza. Tra le nuove realizzazioni puntiamo soprattutto su nuovi tratti di pista ciclabile e sul completamento, ormai praticamente ultimato, dello scolmatore». L’opera è costata circa 3,5 milioni di euro ed è stata finanziata dalla Regione.

ULTIMI DUE ASPETTI, ma non certo per importanza, riguardano da un lato il problema dei richiedenti asilo, che si assommano alla già massiccia immigrazione straniera, e il tema dell’ecologia, con l’obiettivo di non cementificare ulteriormente il suolo di Nuvolera. «Con il 15% della popolazione costituita da extracomunitari, il paese ha già un numero ben più alto di stranieri della media nazionale e bresciana - sostiene il sindaco Agnelli – ma noi siamo per l’accoglienza e l’integrazione». E rispetto al consumo zero di suolo: «Abbiamo tenuto fede ai nostri impegni elettorali: l’ecologia e il rispetto ambientale sono e restano per noi una priorità».C.CA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1