CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.10.2018

Salò e Valsabbia in lacrime: se n’è andato don Angiolino

Don Angiolino Cobelli
Don Angiolino Cobelli

Si è spento nel primo pomeriggio di ieri don Angiolino Cobelli. Originario di Salò, aveva compiuto 70 anni il 27 agosto. Il suo sacerdozio ha lasciato un importante segno: non solo nella vita di alcune comunità tra il Garda, la Valsabbia e la provincia di Torino, ma anche oltre oceano. Prima di arrivare a Idro nel 2003, dove per sette anni è stato vicario dell’alta Valle Sabbia, aveva infatti esercitato il suo ministero a Gaino e Cecina di Toscolano, sul lago di Garda, dove era approdato subito dopo essere rientrato dal Sudamerica, al termine di dieci anni di esperienza in Uruguay. Capace, deciso e vulcanico: sono solo alcuni degli aggettivi usati per descrivere don Angiolino dai suoi parrocchiani; non era solo un grande uomo di chiesa, ma anche un abile organizzatore. A lui va il merito di aver iniziato e portato a termine con grande successo l’imponente restauro della chiesa di San Michele, a Idro. Trasferito a Rivoli (Torino) nel 2010, non aveva tardato a dare prova della sua intraprendenza. Anche i telegiornali nazionali avevano parlato del suo orto parrocchiale, pensato per dare sostegno e dignità alle famiglie più bisognose. Nel 2017 era tornato in quel di Brescia e più precisamente a San Polo, come pensionato, ma senza far mancare il suo impegno. Ieri, nel primo pomeriggio, circondato dall’affetto della sua famiglia, si è spento alla Domus Salutis. Questa sera alle 20.30 nel Duomo di Salò si terrà la veglia funebre. I funerali saranno celebrati domani alle 15, sempre in Duomo a Salò. •

M.ROV.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1