CHIUDI
CHIUDI

20.02.2019

Sei viaggi in poltrona col cinema dal mondo

Il cinema è anche uno strumento per viaggiare nelle altre culture: lo dimostra la breve rassegna in sei puntate di Villanuova, che inizia stasera con l’associazione culturale «La Rosa e la Spina». Si intitola «C’è qualcosa di me fuori da ciò che sono? Le culture altre», e presenterà film da Marocco, Senegal, Qatar, Mauritania, Turchia, Libano, Camerun e Tunisia; oltre che da Italia, Germania, Belgio e Francia. Si inizia appunto oggi con «My name is Adil», un film italo-marocchino del 2016, e si prosegue il 6 e il 20 marzo con «Timbuktu» (2014, Francia e Mauritania) e «Mustang», girato nel 2015 tra Francia, Germania, Turchia e Qatar da Deniz Gamze Erguven. Ad aprile le proiezioni saranno 3. Il 2 «Insyriated» di Philippe Van Leeuw, il 10 «Moolaadè», un’opera del 2004, e il 17 «La petite vendeuse de soleil», un film senegalese del 1999 di Djibril Diop Mambéty. Le serate sono gratuite e si tengono nel teatro Corallo (le prime 3) o nella sala consiliare dalle 20.30. •

M.PAS.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1