Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 19 novembre 2018

La «seconda vita» di Alessia passa da un club valsabbino

Alessia Polita in versione estivaL’aspirante campionessa di monosci sulla neve

Da una parte il desiderio di una giovane donna colpita da una disabilità improvvisa di rimettersi in gioco e di tornare a provare brividi sportivi; dall’altra una società agonistica, l’«Alta Valsabbia sport hand» specializzata in sport senza barriere. È stato un incontro magico quello tra Alessia Polita e il sodalizio valsabbino; un incontro che potrebbe proiettare il team e Alessia verso l’esperienza delle Paralimpiadi. IL SODALIZIO presieduto dal vestonese (e atleta disabile) Paolo Mazzacani organizza da oltre 20 anni corsi di sci per persone con disabilità: un’attività iniziata sulle piste del Gaver e poi, per le difficoltà della stazione, emigrata in Trentino. Ma il gruppo collabora anche con altre realtà nazionali, e proprio per questo Mazzacani e gli altri attivisti hanno fatto una trasferta sulle piste abruzzesi e hanno incontrato Polita, una ex motociclista marchigiana che in seguito a un incidente avvenuto nel giugno del 2013 sul circuito di Misano Adriatico, mentre era in sella alla sua Yamaha R6, ha perso l’uso degli arti inferiori. Lo schianto l’ha privata dell’uso delle gambe, ma non della voglia di provare emozioni forti. Così, in riabilitazione ha provato a cimentarsi in diverse discipline, «ma il brivido che provavo in sella alla moto - commenta lei - l’ho ritrovato solo lanciandomi con il monosci». L’incontro con Alta Valsabbia sport hand ha acceso la scintilla: in poche lezioni la 33enne di Jesi ha preso confidenza con l’attrezzatura e sono subito arrivati risultati strabilianti. Da Roccaraso dove ha iniziato l’atleta è passata ad allenarsi a Madonna di Campiglio e il suo entusiasmo ha convinto Mazzacani a cimentarsi nell’agonismo: un salto di qualità per l’associazione, che finora ha affrontato sfide dilettantistiche. Un salto con Alessia, decisa a partecipare alle Paralimpiadi di Pechino. Intanto, per il prossimo anno il suo obiettivo è gareggiare nel campionato italiano. •