Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 25 settembre 2018

Provinciale occupata da un piccolo gregge spaventato dai tuoni

L’asino e le pecore in fuga da Casto a Nozza di Vestone

In un territorio che ha conservato e in parte anche rilanciato le proprie tradizioni agricole non è difficile incontrare animali domestici. È però più difficile vederli, come è successo ieri, nel centro di Nozza di Vestone: spaventati per il temporale domenicale, un asino e due pecore sono scappati creando un po’ di scompiglio sulla provinciale 237. I tuoni, la pioggia e il vento hanno dominato domenica sera la scena anche in alta Valsabbia, e tra motociclisti sotto il diluvio, rami spezzati e torrenti d’acqua hanno avuto una parte anche i tre animali che, fuggiti dal recinto in cui erano custoditi a Casto, sono scesi fino sulla provinciale a Nozza. Li hanno individuati ieri verso le 7 i carabinieri della stazione di Bagolino: col supporto di qualche passante sono riusciti a risalire al proprietario, residente a Vestone, che è subito venuto a riprenderseli. Rimanendo sempre insieme, asino e pecore hanno trotterellato per circa 5 chilometri prima di finire sulla provinciale, sulla quale hanno fortunatamente causato solo qualche rallentamento del traffico. •