CHIUDI
CHIUDI

18.12.2018

In ospedale una famiglia intossicata dal monossido

Un’intera famiglia in ospedale per colpa del monossido di carbonio, il gas letale che si sviluppa dalla combustione all’interno di stufe o bracieri: è successo a Vobarno, e fortunatamente tutti e cinque gli intossicati - madre, padre e tre figlie piccole - non sono gravi. L’incidente è avvenuto domenica sera nel capoluogo, in uno degli appartamenti delle recenti villette a schiera che si affacciano su via dei Ronchi. L’intera famiglia stava per andare a letto quando la più grande delle tre figlie, una 13enne, ha iniziato a stare male. Prima di perdere conoscenza è riuscita ad avvertire il padre, e proprio il suo allarme ha permesso ai genitori di capire cosa stava avvenendo, consentendo alla madre di chiamare immediatamente i soccorsi. Erano quasi le 23 quando in via Ronchi sono arrivate l’automedica da Gavardo e l’ambulanza dell’Anc di Roè Volciano, oltre ai vigili del fuoco da Salò, e tutti gli occupanti dell’appartamento sono stati portati al Pronto soccorso dell’ospedale di Gavardo per intossicazione da monossido di carbonio. Stando ai rilievi dei vigili del fuoco, sembra che a causare il guaio sia stato il malfunzionamento di un caminetto dell’appartamento. •

M.PAS.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1