CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.06.2017

Vobarno cerca un futuro
valorizzando il suo passato

È un percorso che cercherà di mettere insieme la storia e un avvenire possibilmente coerente della cittadina in riva al Chiese quello che domani, nella sala riunioni della biblioteca, vivrà una puntata promozionale intitolata «Ha un futuro il passato di Vobarno?».

In questo incontro, che inizierà alle 20,30, verrà presentato un importante e inedito lavoro di ricerca condotto da una squadra composta da studenti dell’Università degli studi di Padova sotto la supervisione del docente Gian Pietro Brogiolo durante la «Summer school» realizzata nella frazione Eno nel luglio 2015.

Sul tavolo un’opera che raccoglie e ordina i risultati delle indagini promosse dall’associazione «Facciamo rivivere Vobarno» per creare le basi per interventi di conservazione e restauro del- l’intero centro storico vobarnese, e che indica «una possibile valorizzazione socioeconomica del patrimonio storico e culturale vobarnese oggi esistente, danneggiato nella seconda metà dell’800 e poi nuovamente nel Novecento», spiegano i promotori.

IL LAVORO è stato rappresentato soprattutto dalla ricerca di documenti e testimonianze sui centri storici e sul paesaggio rurale, dall’esame di carte d’archivio e mappe catastali, da analisi stratigrafiche e rilievi fotografici degli edifici, da interviste agli abitanti delle diverse realtà urbane e dalla realizzazione di riprese video. Ne è derivata una mole di dati raccolti su differenti supporti; «in sostanza la radiografia di un passato che si pensava perduto, la fotografia dell’esistente e un conseguente sguardo sul futuro».

Il tutto è stato realizzato con una professionalità e una accuratezza d’indagine sul campo difficilmente riscontrabile in analisi precedenti, e supplisce al fatto che Vobarno è decisamente povero di documentazioni di prima mano a causa di eventi storici distruttivi verificatisi nel passato. M.PAS.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1