CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.11.2017

Carta d’identità elettronica
Tre Comuni pronti per il futuro

Il nuovo Sportello per il cittadino attivato a Sarezzo
Il nuovo Sportello per il cittadino attivato a Sarezzo

A parte qualche caso fortunato normalmente non sono i contanti a far gonfiare il portafoglio, ma una serie infinita di tessere promozionali, bancomat e carte di credito. Un elenco che presto si allungherà, perchè chi dovrà rinnovare il proprio documento di riconoscimento dovrà fare spazio alla nuova «Cie», la carta d’identità elettronica che arriverà anche in Valtrompia a partire dalla seconda metà di novembre.

I PRIMI Comuni a partire saranno Concesio, Villa Carcina e Sarezzo. I primi due saranno operativi già entro fine mese (anche se qualche giorno di ritardo non è da escludere) mentre a Sarezzo - la conferma è arrivata in queste ore - il servizio partirà entro dicembre. Qui come altrove, per ottenere il nuovo documento sarà necessario prendere un appuntamento sul sito del ministero dell’Interno (https://agendacie.interno.gov.it), raggiungere l’ufficio Anagrafe con la ricevuta dell’appuntamento per espletare la pratica e attendere la Cie che potrà essere recapitata direttamente al proprio domicilio.

Con la partenza del nuovo sistema la versione cartacea non potrà più essere rilasciata, ma resteranno comunque valide quelle ancora in corso. Per prendere appuntamento si potrà anche telefonare all’ufficio Anagrafe del proprio Comune, oppure fare una visita in municipio negli orari di apertura. Dal giorno di attivazione, ogni amministrazione pubblicherà sul proprio sito istituzionale la procedura precisa per avvisare i residenti. Il rilascio della nuova Cie prevede una tempistica di circa 20-30 minuti a persona, ed è quindi necessario presentarsi allo sportello con largo anticipo.

La card in policarbonato non verrà rilasciata immediatamente dall’ufficio ma sarà recapitata a casa, o potrà essere ritirata allo sportello nell’arco di sei giorni. Per richiederla sarà necessario portare una fototessera con le stesse caratteristiche richieste per il rilascio del passaporto, ma sarà anche necessario lasciare le impronte digitali e scansionare la firma olografa. Il costo? 22,21 euro, di cui 16,79 versati allo Stato e 5,42 al Comune.

LA CIE è anche uno strumento di accesso ai servizi on line della pubblica amministrazione: al momento della richiesta, allo sportello vengono forniti al cittadino la prima parte dei codici segreti pin e puk; la seconda parte viene consegnata unitamente al badge direttamente all’indirizzo indicato per la domiciliazione.

Marco Benasseni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1