CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.01.2018

Ciclabili, ora Lodrino si mette in rete

La nuova pista affiancherà a sbalzo la strada provincialeUn tratto del tracciato ciclopedonale già esistente a Lodrino
La nuova pista affiancherà a sbalzo la strada provincialeUn tratto del tracciato ciclopedonale già esistente a Lodrino

Edmondo Bertussi Un altro dei 23 tasselli del mosaico del turismo green tra Valtrompia e Valsabbia è stato collocato: è rappresentato da un nuovo tratto di pista ciclabile sul territorio di Lodrino, ma destinato a collegarsi e quindi ad ampliare la grande rete per le mtb esistente nella confinante Valsabbia, e che fa capo al Parco delle Fucine di Casto e alla Valle Duppo. Sul tavolo ci sono progetti per un importo complessivo di due milioni e 696 mila euro, con un milione e 285 mila euro finanziati dalla Regione, per abbinare turismo e sport. I fondi vanno investiti entro il novembre del 2019 e i comuni stanno accelerando. Il piano di Lodrino vale 132 mila euro (83 mila di contributo regionale e 49 mila spesi dal Comune), e si può definire strategico perché va appunto a raccordare un sistema dedicato a semplici cicloamatori e appassionati delle ruote grasse. Da qualche giorno la Centrale unica di committenza della Comunità montana ha concluso con esito positivo il bando da 96 mila euro relativo ai lavori e oneri di sicurezza; la somma restante (36 mila euro), già finanziata, è a disposizione. Dodici le imprese invitate e due le offerte pervenute e risultate regolari. Ora si partirà col completamento verso Lodrino della pista ciclopedonale realizzata da qualche anno all’uscita del paese verso la zona artigianale di Mandro e la Valsabbia (Cucca); un tracciato di circa 2 chilomatri a fianco della provinciale. Il cantiere chiuderà a sbalzo una «frattura» di circa 200 metri rendendo facile il collegamento in bici e a piedi tra il centro di Lodrino e Mandro. A OPERE finite si faciliterà la mobilità sostenibile dei lavoratori addetti alle aziende della località Mandro e si offrirà una opportunità agli sportivi e ai cicloamatori. La pista a raso sarà infatti adatta a persone anziane, bambini e adulti in carozzella, mentre per i grandi pedalatori si chiuderà l’anello Biogno-Località Santèl-Lodrino. Inoltre, in Mandro questi ultimi potranno scendere verso Valle Duppo su Casto e la rete del Parco delle Fucine o attraversare la provinciale e imboccare la pista verso Comero. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1