domenica, 23 settembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

08.04.2018

Cantieri, primavera di passione Domani aprirà un nuovo fronte

Strettoie e rallentamenti sulla viabilità di ConcesioI lavori per trasformare via Zammarchi in una strada a doppio senso
Strettoie e rallentamenti sulla viabilità di ConcesioI lavori per trasformare via Zammarchi in una strada a doppio senso

La primavera di Concesio è iniziata all’insegna dei cantieri e degli ampiamente annunciati disagi; per il traffico e in generale per i residenti; non solo per quelli che abitano nelle zone interessate. Come se non bastassero i lavori destinati a portare al doppio senso di marcia via Zammarchi, verso la nuova rotatoria che la Provincia sta costruendo sulla provinciale 19, domani si aprirà un nuovo fronte con la posa della nuova rete fognaria. E per effetto di questo nuovo capitolo, fino a venerdì 13 via Sangervasio sarà chiusa fino all’intersezione con via Due Muri (lato Sud). Consapevole della ricaduta negativa sul traffico, l’assessore ai Lavori pubblici Giampietro Belleri suggerisce due percorsi alternativi: «In direzione Sud si dovrà svoltare su via Segni, per poi percorrere via Falcone (la strada che costeggia il Mella), svoltare su via Delle Moie e tornare su via Sangervasio - spiega Belleri -, mentre il percorso alternativo in direzione Nord prevede che da via Sangervasio si svolti a sinistra in via Delle Moie, per poi percorre via Falcone, di nuovo a destra in via Segni col ritorno sulla strada al centro dei lavori». SULLO SFONDO ci sono anche le opere avviate in marzo per collegare i due pozzi di via Mazzini all’impianto di abbattimento del cromo esavalente, realizzato da a2a Ciclo idrico tra le vie Mazzini e Falcone. L’abbattitore è entrato in esercizio ufficialmente a novembre dello scorso anno, ma era stato collegato solo al pozzo di via Segheria, mentre i due di via Mazzini sono stati scollegati dalla rete sia perché non ancora necessari per soddisfare la più bassa richiesta idrica invernale, sia per affrontare con i necessari tempi tecnici l’attraversamento del ponte sul Mella di via Mazzini. «Per il momento è più che sufficiente l’approvvigionamento idrico da Brescia e Villa Carcina - ricorda Belleri - ma in previsione dei mesi caldi è opportuno procedere a mettere in rete anche le riserve idriche di via Mazzini». Anche questo intervento sta causando alcuni disagi al traffico e ai residenti, considerando la vicinanza del cantiere alla scuola media di San Vigilio, al Centro di raccolta comunale, alle piscine Tibidabo e al centro sportivo di via Aldo Moro. «Comprendiamo le difficoltà - conclude l’assessore - ma è un intervento necessario per chiudere il cerchio del risanamento della rete idrica. I lavori termineranno entro la fine di maggio. La parte più critica consiste nella posa delle tubazioni sotto l’impalcato del ponte sul Mella, che ha infatti richiesto modifiche alla viabilità con un senso unico alternato proprio sul fiume, mentre l’intersezione tra le vie Aldo Moro e Mazzini è stata spostata in fondo al parcheggio davanti alla scuola media di San Vigilio». •

Marco Benasseni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1