mercoledì, 19 settembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

15.06.2018

Monticello, all’erba alta ci pensano gli asinelli

La squadra di somari pronta a intervenire per risolvere il problema
La squadra di somari pronta a intervenire per risolvere il problema

Quando i soldi non ci sono, bisogna aguzzare l’ingegno. E così, per risolvere il problema dell’erba alta nell’area cani del Monticello, il Comune di Concesio ha deciso di ingaggiare una squadra di asinelli, già utilizzati in passato per interventi simili e che da oggi avranno il compito di «brucare» sia i disagi che le polemiche. La questione era infatti stata già sollevata dal gruppo di opposizione «Concesio in testa», che nei giorni scorsi aveva diffuso delle fotografie in cui un cane (altezza Alano) a malapena riusciva a spuntare dall’erba. Ovviamente non sono mancate le discussioni, soprattutto sui social, con l’area cani che è stata ribattezzata il giardino dimenticato. «Non ci sono soldi per tagliare l’erba quindi arriveranno gli asini - spiega l’assessore all’Ambiente Giampietro Belleri - Solitamente l’area cani è affidata ai volontari, ma questa volta abbiamo optato per un piano alternativo. Voglio però evidenziare un fatto: in molti si lamentano dell’erba alta, ma in pochi utilizzano l’area che abbiamo dedicato ai nostri amici a quattro zampe». L’assessore spiega che i cittadini preferiscono, invece che fermarsi nel giardino a misura di fido, proseguire la passeggiata sul Monticello. Insomma: l’area cani è poco utilizzata, ma ciò non toglie che l’erba debba essere tagliata. «Oggi arriveranno gli asinelli - conclude Belleri - Dovremo lasciar loro qualche giorno in modo che facciano pulizia. Nel frattempo il giardino pubblico non sarà agibile». Un metodo «green» che potrebbe presto essere emulato da altri municipi. •

M.BEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1