venerdì, 28 luglio 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

19.05.2017

Riciclare è uno stile di vita
Lo spiega la Giornata del riuso

L’ex centro culturale di Concesio teatro della Giornata del riuso
L’ex centro culturale di Concesio teatro della Giornata del riuso

Il Bresciano pullula di personaggi indefinibili che abbandonano qualsiasi cosa in qualsiasi posto pur di non affrontare la necessità della differenziazione dei rifiuti, e anche per dare una risposta a questa animalità dilagante, a Concesio e Lumezzane hanno deciso di dare un segnale in controtendenza organizzando prove pratiche di riuso dei beni non ancora pronti per la discarica. E insieme uno scambio intelligente di oggetti non più utilizzabili ma ancora in buono stato e funzionanti.

Il primo a partire con l’operazione seconda vita sarà il Comune di Concesio in collaborazione con Aprica spa e con la partecipazione del Comitato di Solidarietà di San Vigilio, con le «Giornate del riuso» previste dal progetto Riduciamo i rifiuti a Concesio. Il primo appuntamento è per domani dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18 nella palestra ex centro culturale via Rodolfo da Concesio 3, mentre il secondo è fissato per il 7 ottobre, stesso posto stessi orari. I beni da portare per il baratto devono essere integri e puliti: non sono ammessi oggetti rotti, danneggiati o indumenti sporchi.

A Lumezzane, invece, ci pensa la cooperativa «Il Mosaico», che ha in programma un’iniziativa simile per l’ultimo fine settimana di maggio. A ospitare l’evento sarà la sala consiliare spostata nel centro commerciale Noal, nella quale sabato 27 dalle 14 alle 18 avverrà la raccolta mentre domenica dalle 10 alle 17 si passerà all’esposizione. Anche in questo caso c’è la collaborazione di Aprica che anche in Valgobbia si occupa della raccolta dei rifiuti.

IN REALTÀ la coop lumezzanese svolge già questo tipo di attività in maniera continuativa attraverso lo spazio «Fuorimano», un vero mercatino dell’usato in cui trovare arredamenti, oggetti per l’infanzia, piccoli e grandi elettrodomestici e quanto serve per la casa e la famiglia al semplice costo di un’offerta volontaria. Cosa portare? Accessori per la casa; libri riviste e fumetti; piccoli elettrodomestici; abbigliamento e accessori; giocattoli e accessori per bambini; attrezzature per disabili; attrezzi ginnici e sportivi; arredo bagno; attrezzi da giardino e arredo; stoviglie e tegami; accessori da ufficio; accessori auto e moto; dvd e cd; biancheria per la casa e tutto quello che rientra del mondo dell’hobbystica.

Per i beni ingombranti (mobili, frigoriferi di grosse dimensioni ecc.) che non si possono trasportare in auto e non possono essere consegnati ai centri di raccolta, è disponibile una bacheca per affiggere fotografie (portate da casa) e descrizione sintetica.

Marco Benasseni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1