CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.10.2017

Due comunità in festa per don Omar

Don Omar Borghetti
Don Omar Borghetti

È don Omar Borghetti il nuovo parroco di Pezzaze e Pezzoro. Oggi alle 15 farà il suo ingresso nella bella chiesa dedicata a Sant’Apollonio. Presiederà la cerimonia il vicario zonale Maurizio Rinaldi. Domenica 8 poi don Borghetti dirà la sua prima messa da parroco a Pezzoro, nella chiesa di San Michele, alle 9.30. Sostituisce don Giancarlo Pasotti, parroco per 18 anni nominato vicario di San Paolo, Scarpizzolo e Cremezzano.

Valtrumplino, il suo è un ritorno alle origini: classe ’72, è infatti nativo di Zanano. Ordinato sacerdote nel ’99, è stato curato a San Paolo in San Rocco a Palazzolo, a Roè Volciano, collaboratore dell’Istituto della Storia del Prete, e dal 2006 al 2013 a Manerbio, dove ha maturato come cappellano nell’ospedale civile locale la sua grande esperienza di assistenza spirituale ai malati, iniziata alla Clinica San Camillo di Brescia e continuata poi anche a Leno e a Iseo, dove è stato curato del paese e di Clusane prima dell’ultima nomina.

Porta a Pezzoro e a Pezzaze, dove c’è anche la casa di riposo Fondazione Bregoli, il bagaglio di queste esperienze che lui così commenta: «Da curato all’inizio del mio ministero ho avuto la fortuna di incontrare tanti giovani, di lavorare insieme a loro e di portare con entusiasmo Gesù Cristo in mezzo a loro. La seconda esperienza più continua e duratura, quella di cappellano tra i malati, mi ha fatto incontrare l’umanità della gente, le ferite, mi ha aiutato a capire che tutti noi siamo feriti nel corpo e nell’anima. Ciò che di bello mi rimane è che porto con me la semplicità dell’incontro con la gente di tutti i tipi».E.BER.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1