Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 19 novembre 2018

Dai restauri agli arredi Gardone si fa più bella col tesoretto del Comune

La Palazzina Liberty di Gardone appena restaurata

Per l’amministrazione comunale di Gardone la parola estate non è sinonimo di vacanza. La ristrutturazione della Palazzina Liberty del parco del Mella è conclusa, ma ora si apre la seconda tranche: l’arredo degli interni e l’avvio del progetto dell’incubatore tecnologico conosciuto come «Officina Liberty». Non solo: entro giugno terminerà la riqualificazione igienico sanitaria, impiantistica e strutturale della piscina comunale, mentre è iniziata da poco la manutenzione ordinaria del verde pubblico: il diserbo lungo strade e marciapiede, la sistemazione di parchi, roseti, piante e siepi. «Da quest’anno abbiamo voluto riabbellire, attraverso una nuova convenzione, le aiuole difronte alla ex Trw - precisa l’assessore ad Ambiente, Lavori e Servizi pubblici Piergiuseppe Grazioli -. A breve abbiamo in programma la realizzazione di un nuovo arredo verde all’ingresso di via San Paolo arrivando dalla provinciale 345e nell’attesa ringraziamo i cittadini che da anni non solo curano il loro giardino, ma anche il marciapiede che circonda la propria abitazione. Una città migliore è fatta pure di questi comportamenti silenziosi ma virtuosi». Le opere avviate sono anche merito del bilancio comunale approvato nelle ultime settimane e che vede un saldo positivo di 486 mila euro, soldi che come promesso saranno investiti anche in servizi a favore dei cittadini e delle attività gardonesi. «IL 2017 è stato ricco di grandi e piccole opere nei settore ambiente, lavori e servizi pubblici - prosegue Grazioli -. Fatti concreti che hanno permesso di migliorare i servizi offerti e la qualità della vita dei cittadini in una città migliore, non perfetta ma migliore». L’assessore si riferisce al nuovo abbattitore del cromo che purifica le acque di tutto il territorio e a quello di potabilizzazione che eroga acqua nelle vie Pascoli, Bersai, De Amicis e Pratello. Sono stati anche sostituiti i giochi rovinati nelle scuole dell’infanzia, nel parco del Vento e nei giardini Lombardini di Inzino ed è stato riqualificato il Centro sportivo Redaelli, mentre è ancora in corso l’adeguamento dell’illuminazione pubblica con il ricorso ai led.