CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.05.2018

Gardone e Sarezzo, piccoli lettori crescono

Incontri, letture, laboratori, giochi e spettacoli. Da domani al 13 maggio Gardone e Sarezzo ospiteranno Filò, il festival di narrazione per bambini. La manifestazione è dedicata alla narrazione come strumento educativo e ai tanti modi in cui si possono raccontare storie: teatro, musica, libri, albi illustrati, esposizioni. L’apertura del festival è in programma domani alle 15 nella biblioteca di Sarezzo con lo spettacolo «Burattini in carne e ossa», piccole storie in cui i personaggi prendono vita magicamente, vestendo diverse parti del corpo dell’artista; si proseguirà poi con altre attività proposte da alcune cooperative e dalla libreria per bambini Orso Pilota. Il programma della settimana coinvolge infatti le civiche di Sarezzo e Gardone, la libreria per bimbi di Sarezzo e lo spazio praticabile gestito dell’associazione Treatro Terre di Confine. Dove da martedì alle 19 sono in cartellone degli spettacoli frutto di laboratori teatrali svolti con gli alunni della scuola elementare Andersen di Gardone e Pintossi di Zanano. Numerosi gli autori che parteciperanno al festival: Silvia Geroldi, Selena Bortolotto, Sonia Basilico, Emanuela Nava, Guido Quarzo, Sonia Maria Luce Possentini e Valentina Dal Mas saranno a disposizione dei piccoli lettori per rispondere alle domande e per dare consigli. «Abbiamo organizzato questa prima edizione in collaborazione con Emilia Giacomelli, assessore alla Cultura di Gardone, per ottimizzare e valorizzare le risorse - spiega Valentina Pedrali, assessore alla Cultura di Sarezzo - Questo ci ha permesso di mettere in campo più forze umane ed economiche per proporre un evento di qualità. Tra gli ospiti abbiamo anche Sonia Maria Luce Possentini, vincitrice del premio Andersen 2017 come migliore illustratrice. Abbiamo poi fatto rete con le realtà del tertitorio come le cooperative, l’associazione Treatro e la libreria Orso pilota, tutte impegnate, anche se in modi diversi, con i bambini». Oltre alle iniziative aperte alla cittadinanza, il festival, che è stato in parte finanziato dal Rotary Valtrompia, prevede dei momenti all’interno degli istituti comprensivi dei due comuni dove gli alunni incontreranno gli autori. •

M.BEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1