CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.05.2017

La sfida tra contrade si colora di giallo

Per i gialli de «La vià dei Carècc» il primo storico successo nel PalioAi rossi è andato il Palio JuniorLa classica sfida tra i «caratì»
Per i gialli de «La vià dei Carècc» il primo storico successo nel PalioAi rossi è andato il Palio JuniorLa classica sfida tra i «caratì»

Palio bagnato, palio fortunato: il noto proverbio si adatta alla perfezione alla settima edizione del Palio delle Contrade di Magno, organizzato dai ragazzi della Commissione Giovani dell’oratorio. Per una settimana, da sabato 6 a domenica scorsa, una festa di giochi e addobbi per le sfide tra le quattro antiche contrade distinte da altrettanti colori: verde «I Campaniì», giallo «La vià dei Carècc», rosso «La Cà de le Rie» e azzurro «El Mulì». La pioggia ha disturbato il momento più suggestivo per il suo significato: la sfilata, l’accensione del fuoco e il giuramento dei capicontrada. A seguire al coperto applauditissima la presentazione degli spettacoli musicali: la contrada verde si è presentata con Happy Days, gli azzurri con Baywatch, i gialli con A-Team, i rossi con la Famiglia Adams. Poi tutto è filato liscio alla grande fino alla spettacolare gara con i «caratì» realizzati a mano alla e premiazione finale.

Che per la prima volta ha visto il trionfo dei gialli de «La vià dei Carèc», capitanati da Guido e Filippo: ha fatto doppietta aggiudicandosi il palio e vincendo anche il torneo di calcio alla memoria di Giancarlo Sabatti. I bambini della contrada rossa de «La Cà de le Rie» si sono invece aggiudicati il Palio Junior. Non si ferma però la festa a Magno: sabato 27 in scena la gara canora per bambini e adulti «Magnolino d’Oro».E.BER.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1