CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.05.2018

Magno, dai «caratì» al «fobalì» è tempo di sfide per le contrade

La squadra dei gialli vincitrice dell’edizione 2017 del Palio di Magno
La squadra dei gialli vincitrice dell’edizione 2017 del Palio di Magno

Magno in questi giorni è un cantiere, all’interno del quale si lavora senza sosta per preparare gli splendidi addobbi di strade, vicoli e piazze in vista del Palio delle Contrade. Giunto all’ottava edizione e che per una settimana, da domani a domenica 20, animerà l’antico borgo. In palio il gonfalone dipinto da William Fantini, raffigurante San Martino. Come ogni anno sono i ragazzi della commissione giovani (Cristian, Marco, Fabio, Roberta, Laura, Alessandro e Carla), con la parrocchia, a curarne la complessa organizzazione, fatta di giochi, sfide e feste ma anche di momenti di raccoglimento religioso. A rivaleggiare, come sempre, i verdi «I Campaniì», gli azzurri «El Mulì», i gialli «La vià dei Carèc» e i rossi «La Cà de le Rie». Una manifestazione che è un trionfo della coralità. Sono oltre 200 le persone che prenderanno parte attivamente alle gare: caratì, sarabanda, manualità in cucina, cena con delitto, quizzone, staffette e tornei (calcio, pallavolo, carte, ping-pong, fobalino). Il tutto con punto di riferimento l’oratorio, con musica live e stand gastronomico. Come tradizione il giorno dell’apertura, domani, sarà il più denso e suggestivo. Alle 20 le quattro contrade sfileranno con in testa i loro labari partendo da via Calcarole: i quattro capicontrada porteranno una fiaccola e sul sagrato della parrocchiale accenderanno un grande fuoco. Dalle 20.30, nella sala polifunzionale «Don Antonio», la cerimonia ufficiale di apertura: il giuramento di lealtà dei capicontrada e poi il grande spettacolo di presentazione a tema, sempre importantissimo per la vittoria finale. In questa edizione le squadre si esibiranno in balli e canti ispirati al mondo di Walt Disney. LA CONTRADA gialla, vincitrice un anno fa e che detiene il Palio, dovrà riconsegnarlo. Alle 22 la prima sfida: il quizzone. Seguiranno domenica dalle 14 il torneo di briscola, la spettacolare corsa dei «caratì», ping-pong e fobalino, intuito musicale. Si riprenderà mercoledì, e da venerdì tre giorni pieni fino alla proclamazione della contrada vincitrice domenica 20 nella serata finale. Venendo ai momenti religiosi, a cura del parroco don Gabriele Banderini e del vicario don Martino Borghetti, si celebrerà una messa in ogni contrada. Domenica 20 alle 18.30, prima della proclamazione della vincitrice, nella chiesa parrocchiale la messa per tutte le contrade riunite in segno di comunità. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Edmondo Bertussi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1