CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.07.2017

Officina Liberty, ci siamo
L’apertura entro un anno

La Palazzina Liberty di Gardone
La Palazzina Liberty di Gardone

Prosegue a passo di marcia, all’interno del Parco del Mella, l’intervento di ristrutturazione della Palazzina Liberty, iniziato ai primi di maggio e che andrà avanti per tutto il 2017. Ingente l’investimento: 580mila euro sono arrivati a fondo perduto da Fondazione Cariplo (il 60% dei quali destinato ai lavori e il 40% alle attività), mentre il Comune e i suoi partner ce ne metteranno alti 500 mila grazie anche all’accensione di un mutuo.

«LA CURIOSITÀ è tanta - spiega Pierluca Ghibelli, assessore all’urbanistica - L’Officina Liberty sarà una struttura moderna e polifunzionale, uno spazio aperto dedicato alla cittadinanza e alle aziende che avrà tra i principali obiettivi quello di raccogliere esperienze, energie e competenze, convogliare risorse intellettuali e incrociare punti di vista generazionali differenti e sperimentare soluzioni innovative». Diverse le zone di lavoro previste: una sala conferenze, dove verranno organizzati eventi, esposizioni, presentazioni e dibattiti, alcune postazioni informatiche dove sarà possibile disegnare e sviluppare progetti in autonomia o in gruppo e una zona dedicata alla fabbricazione digitale.

Grazie alla collaborazione della Laba, la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia, è già stato creato anche il logo ufficiale di Officina Liberty, mentre in biblioteca verrà aperto un punto accoglienza dove sarà possibile proporre progetti e imparare a stampare in 3D.

In autunno poi verrà organizzata la prima «Notte dei Talenti», una sessione di lavoro notturno dedicata a chi ha già in testa un progetto da realizzare e che cerca un modo per farlo. Quindi spazio al «Festival della scienza», che come ogni anno sarà ricco di laboratori e avvenimenti.L.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1