CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.01.2018

Piscina comunale, scatta il restyling

La piscina comunale di Gardone:  al via il primo stralcio dei lavori di riqualificazione dell’impianto
La piscina comunale di Gardone: al via il primo stralcio dei lavori di riqualificazione dell’impianto

Laura Piardi Un tuffo dove l’acqua è più blu. Tempo di «lifting» per la piscina di Gardone. Un ritocco straordinario che costerà la bellezza di 555mila euro e che completa il quadro degli interventi attuati dalla giunta su dotazioni, strutture e impianti sportivi. Tra il 2016 e il 2017 sono infatti finiti sotto i ferri i campi da tennis del Redaelli, è stata stipulata la nuova convenzione con la parrocchia di San Marco per la gestione del palazzetto dello sport, è stata prorogata quella con il Gam Team per il centro del Rovedolo e sono state tirate a lucido le palestre degli istituti scolastici. Ora tocca alla piscina «Atleti azzurri d’Italia», con un progetto specifico volto all’adeguamento igienico sanitario, strutturale, energetico e impiantistico e alla messa in sicurezza del polo realizzato negli anni Settanta. L’INTERVENTO. Il peso degli anni e le inevitabili rughe hanno reso necessario un lifting corposo e sostanziale diviso in due stralci. Per quel che riguarda il primo, i lavori sono iniziati a dicembre e riguardano la completa riqualificazione energetica dell’impianto, tribuna e piscina, attraverso una revisione della struttura. Stessa sorte toccherà a spogliatoi, cavedio e centro estetico, così come agli spazi che si trovano al piano seminterrato. Restyling in vista anche per il piano vasca e per gli spogliatoi al primo piano. Passando invece all’impiantistica, saranno rifatte le componenti meccaniche del polo e tutto quanto serve al trattamento delle acque della piscina piccola. Infine, si procederà alla revisione degli impianti elettrici, con il passaggio in alcuni locali all’illuminazione a led, alla redistribuzione degli spazi interni, che comporterà anche il necessario adeguamento dell’infermeria (nel rispetto delle normative in materia diramate dal Coni), e all’adeguamento in chiave antincendio dell’edificio. COSTO TOTALE: 555.000 euro. Coperto per 450.000 euro tramite un mutuo della durata di 15 anni acceso con il Credito Sportivo, 80.000 euro prelevati dal bilancio 2017 e 25mila euro tramite un contributo della Comunità Montana ottenuto nel dicembre dell’anno scorso. La piscina riaprirà a fine gennaio, il centro estetico due settimane prima, i lavori saranno ultimati nel mese di aprile. Il secondo lotto, fa sapere l’assessore ai Lavori Piergiuseppe Grazioli, per un costo complessivo di 450.000 euro, prevede la riqualificazione energetica della piscina semiolimpionica e delle pavimentazioni degli spogliatoi al piano rialzato, oltre a lavori sugli impianti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1