CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.12.2017

Tari, nuovi sgravi grazie al «boom» della differenziata

La differenziata vola a Gardone
La differenziata vola a Gardone

Laura Piardi Tributi e aliquote. Se n’è discusso durante l’ultimo consiglio comunale, che all’ordine del giorno aveva anche il regolamento per l’applicazione dell’imposta unica comunale (Iuc). Ma sul fronte imposte sono altre le buone notizie per i cittadini, in particolar modo per ciò che riguarda la Tari, la tassa sui rifiuti. «CON LA MODIFICA del regolamento sulle abitazioni a disposizione - precisa l’assessore ai tributi Luca Ghibelli - la quota Tari si abbasserà per circa 250 famiglie che possiedono case sfitte. Un ulteriore modifica riguarda le rate: saranno diluite nei mesi senza concentrarsi». Infine, si è deciso di inserire una norma antispreco rivolta ai commercianti. «Coloro i quali - spiega Ghibelli - potranno donare alle associazioni benefiche cibo in avanzo o in prossima scadenza, per ogni chilo di alimento avranno diritto a un meno 20 centesimi sulla quota variabile fino a un massimo del 20%». In sostanza, un aiuto a chi aiuta. Tornando invece alla Tari, i numeri dicono che per il quarto anno di fila il peso dell’imposta diminuisce. «È possibile apportare delle riduzioni - aggiunge Piergiuseppe Grazioli, assessore ai lavori pubblici e all’ambiente - perché la quota di indifferenziato è diminuita dopo l’introduzione del porta a porta spinto, facendo crescere la differenziata fino al 71%. Ciò consente di avere minori costi per l’indifferenziata e porta a ricadute positive per tutti». Il consuntivo 2017 del servizio di igiene urbana si chiude con un’entrata di 88.806 euro. Una parte dei quali (16.600 euro) verranno usati per sgravare gli appartamenti sfitti, un’altra (19.400) per ridurre per tutti i cittadini la tariffa, mentre 10.000 euro saranno investiti per acquistare contenitori per la raccolta di pile usate e arredo urbano. Infine, sono 3000 gli euro stanziati per gli sgravi antispreco alimentare rivolti a commercianti e aziende. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1