CHIUDI
CHIUDI

20.02.2019

Il centrodestra unito ci riprova con Imparato Il «re» delle preferenze

Massimo Imparato
Massimo Imparato

Le elezioni del 26 maggio sono un obiettivo importante per il centrodestra di Bovezzo: un paese storicamente amministrato dal centrosinistra. E le segreterie di Lega, Forza Italia e Fratelli D’Italia, in accordo con una forte compagine civica formata da cittadini coinvolti nella vita sociale e culturale del territorio, si sono convinte della necessità di presentare un progetto amministrativo e politico comune da affidare alla guida di una persona che abbia maturato l’esperienza e la padronanza dei meccanismi amministrativi; ma soprattutto la giusta conoscenza del territorio e dei suoi problemi. LA SINTESI è stata trovata in Massimo Imparato, un giovane imprenditore di 35 anni: la figura scelta dal centrodestra come candidato sindaco per la prossima tornata elettorale. La politica lo appassiona da sempre: ha iniziato a frequentare il Comune a 23 anni come membro esperto di alcune commissioni consiliari e nel 2009, a soli 25 anni, ha deciso di candidarsi alle comunali. «Pur essendo alla mia prima partecipazione ero stato eletto ed ero stato il candidato più votato. Un successo che, a 27 anni, mi aveva permesso di diventare capogruppo del centrodestra in consiglio comunale - ricorda Imparato -. Nelle elezioni del 2014 ho raddoppiato le preferenze ottenute nel 2009 e per la seconda volta sono stato eletto ricoprendo, nuovamente, il ruolo di capogruppo». A sostenerlo ci sono i compagni di sempre, Paolo Conti e Armida Rossi, con i quali negli ultimi anni ha combattuto diverse battaglie politiche. «La civica Riviviamo Bovezzo spiega Enrica Merli - ha deciso di sostenere un candidato che si è sempre speso per la comunità. Ci appoggiamo a lui per le competenze politiche e amministrative, daremo il nostro contributo assicurando la presenza sul territorio». I PUNTI CARDINE del programma? Attivare un metodo amministrativo basato su trasparenza e buonsenso, mettere al centro cittadini, famiglie e la loro sicurezza, fare rete tra aziende ed enti di formazione per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro. L’obiettivo è anche, sull’esempio di altri progetti pilota, quello di avviare il federalismo fiscale a livello locale per reinvestire parte delle imposte comunali versate. Il nuovo gruppo che punta all’amministrazione del municipio di Bovezzo vuole poi valorizzare il patrimonio edilizio esistente, rilanciare il commercio grazie ai social e rivedere le imposte comunali. «Per la terza volta sarò uno dei candidati più giovani ma con 12 anni di esperienza alle spalle - conclude Imparato -. Questa volta vogliamo fare il grande passo e amministrare per i prossimi 5 anni. Credo di essere la persona giusta».

M.BEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1