CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.04.2018

La nuova cittadella del rugby è sempre più vicina alla meta

Il centro sportivo dei Pini diventerebbe la casa del Lumezzane
Il centro sportivo dei Pini diventerebbe la casa del Lumezzane

Da una parte il Rugby Lumezzane, che vorrebbe avere in concessione il centro sportivo dei Pini per i prossimi 30 anni; dall’altra il Comune di Villa Carcina, che grazie a un eventuale accordo con la società valgobbina centrerebbe il doppio obiettivo di riqualificare entrambi gli impianti di proprietà comunale: i Pini, in via Bernocchi, ma anche l’Esso di via Repubblica. Sono questi i termini dello schema di convenzione che è stato presentato dalla società rossoblù, che è già stato approvato dalla giunta con apposita delibera e che ora dovrà passare dalla strettoia di un bando (a predisporlo sarà la Centrale unica di committenza della Valle Trompia). «IL COMUNE, come previsto dall’attuale legge, ha la possibilità di valutare simili proposte da soggetti privati - spiega l’assessore allo Sport Stefano Colosio - che siano in linea con gli obiettivi strategici dell’amministrazione stessa e che non contemplino l’alienazione di beni, ma solo la gestione e la realizzazione di opere nel pieno interesse della comunità». Premesso che entrambi i centri sportivi di Villa Carcina necessitano di interventi di manutenzione straordinaria, il sindaco Gianmaria Giraudini e la sua giunta hanno espresso specifiche richieste in merito al progetto di riqualificazione. Per i Pini si vorrebbe trasformare in campo da rugby regolamentare con manto sintetico il campo da calcio esistente, con la messa a norma delle gradinate e la ristrutturazione totale del centro sportivo, compresi i bagni, e di tutti gli spazi interni. L’obiettivo sarebbe anche quello di trasformare il bar in un ristorante per il terzo tempo, rifare i servizi igienici e gli spogliatoi dei campi da tennis e sistemare gli spazi a disposizione dell’associazione Soldanella. PER L’AREA di via Repubblica la richiesta è stata quella di realizzare una nuova pista di atletica e un campo da calcio in sostituzione di quello dei Pini che sarebbe riservato esclusivamente al rugby. «In tutto questo abbiamo rimarcato un vincolo imprescindibile - prosegue Colosio - cioè il mantenimento della compresenza di tutte le discipline sportive attualmente già presenti sul territorio di Villa Carcina». Il Rugby Lumezzane ha quindi presentato una proposta che prevede circa 2 milioni di euro per opere da realizzarsi e un valore di gestione trentennale che ammonta a circa 22 milioni, oltre a un canone di concessione da 10.000 euro all’anno da versare nelle casse comunali per il solo utilizzo del campo dei Pini. Ora bisognerà attendere il bando. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Benasseni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1