sabato, 22 settembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

22.07.2018

Lumezzane sotto la furia Gazzolo è in ginocchio

I Vigili del fuoco intervenuti per domare l’incendio in una fabbrica
I Vigili del fuoco intervenuti per domare l’incendio in una fabbrica

Era da tempo che il cielo non lasciava segni evidenti sul territorio, e forse i valgobbini si erano dimenticati di quanto possa essere violento. Sono stati riportati alla realtà anche loro nella notte tra venerdì e ieri, «condividendo» con molte altre zone del Bresciano e della Lombardia gli effetti dell’ondata di maltempo annunciata. Anche Lumezzane è stata infatti sferzata dalle piogge intense, dai fulmini e soprattutto dal vento, il cui effetto combinato si è fatto sentire in particolare nella frazione Gazzolo. Col ritorno della luce, ieri mattina, chi non doveva rimuovere detriti o raddrizzare cose si è messo a immortalare le conseguenze della furia per poi postare tutto sui social network, creando una galleria di alberi caduti e problemi legati alla mancanza di energia. RACCOLTE tutte le informazioni, ieri è stato l’assessore ai Lavori pubblici e al Patrimonio Stefano Gabanetti a tracciare un bilancio: «È stato un fenomeno violento, ma la situazione sta andando verso la normalità grazie anche al tempestivo intervento dei vigili del fuoco del nostro distaccamento, dei due gruppi di Protezione civile, degli operai comunali e dei tecnici dell’Enel che sono entrati in azione per risolvere i problemi». Etrando nei dettagli, a Gazzolo sotto la spinta dell’acqua sono saltati diversi tombini, mentre l’asfalto di via Sant’Antonio si è sbriciolato in almeno tre punti. «Già ieri mattina sono partite le operazioni di pulizia, mentre l’Avr (l’azienda che gestisce il global service) si occuperà di coprire alcune buche - dice Gabanetti -. Per quella più ampia in fondo alla via si dovrà intervenire nei prossimi giorni». Il vento ha schiantato anche rami e alberi, alcuni secolari, fortunatamente senza causare feriti. Un pino è stato sradicato vicino all’ex hotel Letizia finendo contro un’auto parcheggiata che in quel momento era vuota, e altre piante sono finite a terra nella zona di via Maronere a Piatucco, contro alcuni cavi elettrici in via Zanagnolo, all’altezza del centro commerciale Arcadia e nel cortile della scuola «Bachelet» a Sant’Apollonio. Infine, i vigili del fuoco locali, quelli di Gardone e quelli di Brescia arrivati con una autobotte sono intervenuti nella Melplast, sempre a Gazzolo, per un incendio causato probabilmente dai fulmini. Numerose infine le interruzioni dell’energia elettrica superate nella giornata di ieri.

F.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1