giovedì, 30 marzo 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

19.03.2017

Nell’omaggio a Sergio Mori
la memoria diventa creatività

Il designer Sergio Mori è scomparso nell’ottobre scorso
Il designer Sergio Mori è scomparso nell’ottobre scorso

Tanti amici, un gruppo di aziende, la Libera Accademia di belle arti di Brescia e il Comune di Lumezzane: sono gli elementi di una sinergia del ricordo e della promozione del bello il cui scopo è costruire un progetto in memoria di Sergio Mori, un conosciuto designer e docente dell’Istituto europeo di design di Milano e della stessa Laba di Brescia scomparso nell’ottobre scorso.

Giovedì è stato presentato alla Laba un primo progetto a cui hanno partecipato alcune aziende sponsor, le stesse che stanno concludendo anche le procedure burocratiche per la nascita di una onlus intitolata a Mori: un concorso rivolto a tutti gli studenti che offre borse di studio ai vincitori. Per ora in palio ce ne sono 3 del valore di 4 mila euro ciascuna e per vincere ci sono due strade. La prima prevede lo studio di un progetto sull’ecosostenibilità. «Nella spesa e nelle abitudini quotidiane esistono ancora prodotti usa e getta - spiega Stefano Pasotti, prima studente di Mori, oggi docente e designer -. Chiediamo ai ragazzi di reinventarli, pensando a qualcosa in grado di ridurre i rifiuti modificando le abitudini della società».

UN’ALTRA possibilità è quella di lavorare direttamente su linee guida dettate dalle aziende che finanziano le borse di studio. «Ogni anno gli sponsor valutano dei progetti - continua Pasotti - Chi vincerà vedrà il proprio prodotto commercializzato».

Tra le aziende sponsor ci sono l’Idrosanitaria Bonomi, Italdadi di Lumezzane, con Giovanni e Roberta Poli, cari amici di Sergio, Napkin di Davide Fabi, Motorini Zanini che ha prodotto Little Italy, la bicicletta elettrica disegnata da Mori, Viola 1956, con cui il designer aveva ideato dei gemelli da polso, e lo zio Massimo Bossini, industriale lumezzanese. Durante la vernice è stato presentato anche il logo della onlus, simbolo del concorso, disegnato da Olga Salvoni, collega di Sergio in ambito accademico e professionale.

E il Comune? «Non vogliamo limitarci a un’iniziativa di livello locale - ha spiegato l’assessore alla Cultura di Lumezzane Rossana Bossini -. Partecipiamo con estusiasmo al piano ma vogliamo assicurargli un respiro molto più ampio, coinvolgendo anche professionisti e addetti ai lavori». L’ente locale sta infatti studiando un contest a livello nazionale, una mostra con i lavori più significativi di Mori e un piccolo catalogo con i suoi prodotti più importanti affiancati da quelli studiati da quelli che saranno i vincitori delle borse di studio.

Marco Benasseni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok