martedì, 16 ottobre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

19.11.2017

Rioni e parcheggi, Lumezzane cambia volto

Lavori in arrivo per il parcheggio della chiesa della Pieve
Lavori in arrivo per il parcheggio della chiesa della Pieve

L’obiettivo principale delle ruspe e degli operai al lavoro adesso e nei prossimi mesi è preciso: dare un nuovo volto, a misura di pedoni, ad alcuni quartieri e centri storici di Lumezzane. Anche se il programma prevede pure di mettere in sicurezza e consolidare strutture di interesse pubblico.

Attingendo al tesoretto rappresentato dall’avanzo di amministrazione dello scorso anno l’amministrazione cambia l’assetto della città, e lo fa anche grazie al recente «sì» del consiglio comunale a una variazione da 648 mila euro che porta a 1,4 milioni i fondi disponibili per i cantieri. Entrando nei dettagli, un nuovo step del piano di riqualificazione dell’illuminazione pubblica affidata all’azienda speciale «Albatros» è stato rinviato al 2018, liberando risorse su quest’ultimo mese e mezzo. Ed ecco i fondi necessari per ridisegnare tre quartieri proposto dell’assessore all’Urbanistica Roberto Chindamo per un importo di 436 mila euro.

Sotto la lente via Padre Bolognini a Gazzolo, la torre Avogadro e la Pieve. In tutti e tre i casi via Monsuello sta già sondando le aziende interessate a partecipare alla gara d’appalto, e per ora il progetto più dettagliato è quello intorno alla chiesa di San Giovanni Battista della Pieve: sarà sistemato il parcheggio vicino al sagrato e arriveranno verde, dossi rallentatori, panchine e nuova segnaletica. I lavori dovrebbero essere realizzati in un mese e mezzo.

L’assessore ai Lavori pubblici Stefano Gabanetti sta invece già programmando gli asfalti e la rimozione delle barriere architettoniche dai marciapiede (la mappa deve ancora essere definita) impiegando 400 mila euro; ma a partire dalla prossima estate. Sempre entro il 2018 si interverrà con un primo stralcio manutentivo da 210 mila euro sul cimitero unico di Sant’Apollonio e San Sebastiano. Dopo i grandi lavori dei mesi scorsi, stavolta sarà un intervento di «cesello» sui muri dei piani interrati, intorno alla cappella centrale, sull’impianto elettrico e sui pavimenti. In misura minore sarà interessato anche il camposanto di Pieve.

UN’ALTRA operazione in programma riguarderà il ponte di Faidana che dà accesso alla zona industriale per completare quella già eseguita l’anno scorso a Nord lungo il Gobbia. Con 234 mila euro saranno rimosse le parti più danneggiate della passerella, e si valuta anche di allargarla per creare nuovi posti auto. Una lunga stagione di cantieri, quindi, mentre l’assessore al Bilancio Rudi Saleri anticipa che l’anno prossimo si dovranno recuperare risorse per mettere mano alla bonifica di una parte del cimitero unico, quella rimasta «congelata» finora, in previsione della realizzazione delle nuove tombe di famiglia.

Fabio Zizzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1