Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 16 ottobre 2018

Per Gazzolo in arrivo un doppio lifting

Dopo la Pieve tocca alla frazione di Gazzolo cambiare volto (BATCH)

Fabio Zizzo Prima è toccato alla Pieve, con la zona intorno alla chiesa di San Giovanni Battista che è già stata ridisegnata secondo la nuova conformazione urbanistica che dovrà essere realizzata. Ora a Lumezzane sono arrivati anche i progetti esecutivi la riqualificazione in due stralci di Gazzolo, in particolare un tratto di via Padre Bolognini e via Caduti, l’area attorno alla Torre Avogadro. Tre «biglietti da visita» con cui l’amministrazione del sindaco Matteo Zani si congederà dai cittadini al termine della legislatura nella primavera del 2019. GLI INTERVENTI studiati dagli assessori ai Lavori pubblici Stefano Gabanetti e Urbanistica Roberto Chindamo non cambieranno radicalmente il volto delle frazioni, ma le renderanno più a misura di pedone e di residente. Partendo da Gazzolo, il tratto interessato dal «restyling» riguarda circa 160 metri tra l’asilo Sant’Antonio da Padova, il centro storico e la scuola elementare Gianni Rodari. Ci sarà più spazio per il verde con aiuole - un’altra più grande all’incrocio rispetto a quella attuale - e alberi, dossi artificiali per limitare la velocità dei veicoli, nuovi asfalti, segnaletica e percorsi più continui tra i marciapiedi; saranno inoltre rimossi i gradini presenti e riqualificata la fermata dell’autobus, ora in pessime condizioni. Infine, il limite di velocità per le vetture verrà abbassato a 30 chilometri orari. Costo totale degli interventi: 169 mila euro. INTERVENTI simili sono previsti anche attorno alla Torre Avogadro e all’asilo della frazione. Quindi, aiuole e siepi, cipressi nel giardino della Torre, pavimenti rialzati per i pedoni, asfalti e segnaletica, dossi per i veicoli in transito e un percorso di paletti di protezione sui marciapiedi. Per queste opere via Monsuello spenderà 147 mila euro. I bandi dei due pacchetti di lavori sono già stati pubblicati e, stando ai tempi, saranno aggiudicati entro marzo. I residenti potranno vedere i risultati tra aprile e maggio. Poi spazio alle ruspe. • © RIPRODUZIONE RISERVATA