CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.04.2018

Più verde e meno caotica: Pieve si rifà il trucco

L’area che sarà riqualificata:  i lavori dovrebbero finire a metà maggio
L’area che sarà riqualificata: i lavori dovrebbero finire a metà maggio

Eliminare la grigia impressione di trovarsi in un quartiere periferico e rendere il contesto più a misura di residente, con un occhio di riguardo per il verde. È l’obiettivo che si punta a centrare con la riqualificazione del borgo di Pieve, a Lumezzane, uno dei tre ambiti (gli altri sono Gazzolo e l’area della torre Avogadro) finiti sotto la lente dell’assessorato all’Urbanistica guidato Roberto Chindamo. Attualmente la zona di via San Giovanni Battista, tra l’altro punto di passaggio obbligato per escursionisti, atleti e aspiranti astronomi diretti sul colle San Bernardo e all’osservatorio Serafino Zani, si presenta in parte degradata. A spiccare in questo scenario è il muro del parcheggio imbrattato di scritte e graffiti e la situazione caotica che interessa l’area di sosta e la vicina scala. I lavori, aggiudicati a un’azienda di Montichiari e per un importo totale di circa 100 mila euro, inizieranno lunedì, tanto che un’ordinanza della Polizia Locale dispone la chiusura della via in corrispondenza del parcheggio fino alla seconda metà del mese di maggio. A FIRMARE il progetto l’architetto e paesaggista Raffaello Cattaneo, che ha disegnato uno spazio più funzionale ed esteticamente migliore, con un impatto visivo più sano anche per la chiesa parrocchiale. Nei dettagli, l’intervento prevede un sistema di aiuole e siepi a distinguere gli spazi, mentre il viale sarà alberato con diciannove piante. La parete in cemento di 5 metri all’interno del parcheggio sarà ripulita dai murales e al posto degli arbusti e delle erbacce che incombono a monte arriveranno diverse essenze verdi. Per favorire la mobilità pedonale e integrarla in un contesto urbanistico tra sosta e transito dei veicoli, saranno posizionati due dossi e una nuova segnaletica. Saranno anche rimossi i gradini presenti e ci sarà spazio per panchine e nuove bacheche informative al posto di quelle obsolete che sono installate attualmente. Il risultato dovrebbe portare a un angolo di verde che si distingue dalla striscia di asfalto centrale, con la chiesa a svettare nella coreografia urbana. Secondo il programma, i lavori saranno conclusi entro maggio per poter restituire ai residenti e frequentatori un piccolo rione lontano dal degrado attuale e nel pieno della stagione primaverile in cui si inizia a vivere di più il territorio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabio Zizzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1