CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.05.2017

Progetti sociali e sostegno:
il 5 per mille vale un tesoro

Il municipio di Sarezzo
Il municipio di Sarezzo

Un trend positivo e in crescita che si registra a Sarezzo ormai da qualche anno. Stiamo parlando del 5 per mille che i cittadini destinano all’amministrazione comunale, capace di generare un vero e proprio tesoretto per le casse pubbliche. I risultati sono riferiti all’anno 2015 e parlano di 22 mila euro (21.995,8 per essere precisi) arrivati grazie a 935 cittadini. Nel 2013 erano 15 mila, nel 2014 circa 21 mila. «Il comune di Sarezzo - sottolinea l’assessore al Bilancio Luigi Paonessa - fa segnare dati clamorosi. A livello provinciale si piazza al secondo posto subito dopo Brescia - dove in 1174 hanno scelto di destinare all’amministrazione il 5 per mille - a livello nazionale al 48esimo posto su 8 mila e 88 comuni, dopo città capoluogo importanti. Un risultato davvero eccezionale, dovuto alla buona campagna pubblicitaria capillare, ma legato sicuramente anche alla fiducia che i cittadini hanno nei confronti di chi li amministra. E di questo siamo davvero orgogliosi».

Buoni i risultati ottenuti anche dalle associazioni. «A breve - precisa l’assessore ai Servizi Sociali Donatella Ongaro - andremo a definire come destinare la somma raccolta, che avrà certamente finalità sociali. Lo scorso anno è stata destinata al fondo Tari, che ha consentito di aiutare 190 famiglie in difficoltà a pagare la tassa. In accordo con il sindacato dei pensionati, vengono fissati obiettivi reali. Un grazie di vero cuore a tutti coloro che hanno destinato il loro 5 per mille all’amministrazione».L.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1