Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
mercoledì, 14 novembre 2018

Teatro, identità e storia locale: fari puntati sul borgo di Noboli

La chiesa di San _Bernardino è il cuore del borgo di Noboli

Una lunga giornata di incontri, teatro, cultura e tanto altro. La contrada di Noboli si mette in vetrina. Appuntamento domenica (domenica 16 settembre in caso di pioggia) in pieno centro per «Narrare i borghi», percorso di riqualificazione urbana e momento di aggregazione sociale. «Per noi - spiega l’assessore Valentina Pedrali - è importante valorizzare la cultura del territorio. Noboli è un bellissimo borgo, ma che rimane un po’ nascosto. Abbiamo quindi accolto come amministrazione a braccia aperte l’iniziativa proposta da Treatro per sua la valorizzazione». IL PROGRAMMA. Dalle 14.30 il borgo sarà animato dai canti de «I gnari de na olta» e dalle formazioni musicali «Lönare», «Lantirnì» e «Mare Nostrum». Sarà allestito un mercatino di artigianato e di prodotti tipici della Valle Trompia da degustare. Alle 15 Treatro Terre di Confine proporrà una rappresentazione di 10-15 minuti, «Postàt sö la rìa a scultà le foie che pasa», ripetuta più volte a orari precisi, in cinque cortili prescelti. La narrazione itinerante è il risultato drammaturgico scaturito da interviste a cittadini della Valle, un format che, inserito in contesti storici locali, dilata la propria specificità per diventare evento culturale elaborato collettivamente. Una forma che permette al teatro di non essere luogo separato dal quotidiano, ma di accrescerlo. La manifestazione è organizzata dal Comune e dall’associazione Treatro Terre di Confine, con il sostegno dell’Archivio di etnografia e storia sociale della Regione e il patrocinio della Comunità Montana. Ha collaborato all’iniziativa per le scelte logistiche il «Comitato culturale di Noboli». Nella canonica, per l’occasione, sarà allestita una mostra con vecchie fotografie di luoghi e persone tra Noboli e Zanano. Sarà anche possibile partecipare a una serie di visite guidate, su richiesta, alla chiesa di San Bernardino. Alle 18.45 l’iniziativa si concluderà al campo sportivo con la compagnia «Joujoux follies» per l’evento acrobatico-circense «Alice è nei guai». • © RIPRODUZIONE RISERVATA