CHIUDI
CHIUDI

17.02.2019

Verso il voto, il centrodestra si spacca

Mauro Sigurtà (Continuità)
Mauro Sigurtà (Continuità)

Si scalda e si complica il quadro pre elettorale a Lumezzane. Data per assodata ormai la ricandidatura del sindaco uscente Matteo Zani, che correrà per il bis sostenuto dal Partito Democratico e dalla civica di riferimento, il centrodestra resta un rebus tutto da risolvere. Lumezzane, tra i paesi più popolosi in provincia, non può non risentire di quanto accade ai piani alti della politica provinciale, e anche per questo la situazione al momento appare in stallo. Puntando sul vasto consenso nazionale che la Lega sta riscuotendo, sembra ci sia una convergenza di massima tra Forza Italia e il Carroccio per candidare Josehf Facchini, attuale consigliere comunale leghista. E in appoggio ci sarebbe anche la nuova civica «Lumezzane Popolare», che presenterà lista e programma tra la fine di febbraio e i primi giorni di marzo. «GUARDIAMO alle forze di centrodestra, certo, ma è chiaro che il dialogo è aperto anche con la civica “Continuità per Lumezzane“ - spiega Claudio Gnutti, portavoce della neonata formazione - Auspichiamo che l’intero schieramento si ricompatti». Messaggio, il secondo, che la civica dell’ex sindaco Silverio Vivenzi sta rilanciando dallo scorso novembre e che ora, in un estremo tentativo, chiede di recepire ma con un candidato diverso: Mauro Sigurtà. «È entrato a far parte della nostra lista insieme a vecchie conoscenze come Michele Chiappa e Flavio Pelizzari - commenta Rocco Ferraro di Continuità - Era stato proposto cinque anni fa da Forza Italia e Lega, ma poi ritirato, ha esperienza amministrativa e nelle ultime elezioni ha incassato numerose preferenze». E la stessa civica rivendica il proprio peso nella scelta finale. «La nostra è stata la lista più votata alle ultime elezioni - aggiunge Ferraro - Questa volta avremmo potuto correre da soli, invece siamo pronti a una serie di passi indietro, a partire da Vivenzi che è disposto a lasciare se il candidato sarà Sigurtà. Bisogna abbandonare i personalismi e guardare al bene comune del territorio partendo dall’unità nel centrodestra». E nell’attesa che si sciolga quest’ultimo nodo, tra gli altri in corsa c’è anche Forza Nuova, mentre il Movimento 5 Stelle, da una posizione tuttora defilata, sta valutando in una serie di incontri se partecipare con una lista alla competizione elettorale. Più no che sì al momento. Ma da qui in avanti le cose potrebbero ancora cambiare. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabio Zizzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1