il lutto

Addio a Elvira Cassa Salvi, una vita dedicata all'arte come impegno

Votata al realismo esistenziale ma anche attenta alla pittura locale. I funerali si terranno il 24 giugno alle 10 nella parrocchia di Cellatica
Elvira Cassa Salvi è morta all'età di 103 anni
Elvira Cassa Salvi è morta all'età di 103 anni
Elvira Cassa Salvi è morta all'età di 103 anni
Elvira Cassa Salvi è morta all'età di 103 anni

Elvira Cassa Salvi, la signora della critica d’arte bresciana, è venuta a mancare questo 22 giugno.  Tra un mese, il 23 luglio, avrebbe compiuto 104 anni. Nel 1957 con la sigla «e.c.s.», Elvira Cassa Salvi si presenta subito per la lucida e raffinata scrittura, per la competenza di «francesista» che ha favorito gli studi sull’arte degli ultimi due secoli, basilari, anche se non unici, per comprendere quella che chiamiamo «modernità». All’epoca, sulle pagine del Giornale di Brescia, oltre agli articoli sugli eventi internazionali, tiene due rubriche fisse: il Notiziario delle Arti, che riguarda gli eventi nazionali, e la rubrica Mostre d’Arte dedicata agli eventi di casa. Elvira Cassa Salvi è stata per un trentennio una voce critica, attenta e appassionata, ascoltata anche da chi la sconfessava pubblicamente Elvira orientava la città, sottolineava anche con enfasi le presenze positive e tendeva a stimolare le voci autentiche della realtà locale. Non solo l’attenzione agli eventi nazionali, con una simpatia nei confronti delle tendenze d’impegno, come il realismo esistenziale, ma anche con una doverosa attenzione verso la pittura bresciana. I funerali saranno venerdì 24 giugno alle 10 nella parrocchia di Cellatica. Sull'edizione in edicola il 23 giugno, il ritratto di e.c.s. nelle parole del critico d'arte Mauro Corradini.